Pag. 1  2  3  4  5  6

Germogli del mio cuore

Scritti poesie  e stati d’animo dell’autore

tutto ciò che è scritto nelle pagine seguenti,

non è una raccolta di niente è soltanto una traccia

di ciò che passava nella mia mente

nei momenti più significativi della mia vita

lo stile non segue nessuna logica letteraria

e non si ispira a nessun poeta o filosofo

le parole sono piccoli e teneri germogli del mio cuore

tutto ciò che ho scritto non è intenzionale, forse non servirà a nessuno

ma sicuramente è servito a me per rivivere giorno per giorno

le gioie e le tristezze che hanno caratterizzato la mia esistenza

i ricordi rappresentano una piccola parte che sembra piccola

ma è enorme , soprattutto quando per un ricordo bellissimo

ci viene da piangere perché sappiamo che quel momento magico

non tornerà mai più

i ricordi servono a tenere unito ciò che il destino ha diviso

Antonio De Angelis

 

 

UNA STELLA: DIEGO

- E' fuggita una stella dal cielo, una luce silenziosa di amore e di speranza Illumina
quell'ombra che sembrava eterna. Un germoglio colorato sorretto dal suo stelo,
profumo di amore nella piccola stanza dolce culla di tenerezza materna.
La vita continua innocente e meravigliosa, dono Divino di infinito amore un miracolo
 raccolto in un grande mistero. Brillerà nei tuoi occhi una luce armoniosa,
musica soave il battito del tuo cuore  il tuo sorriso  illuminerà il mondo intero.
Sara' l'alba di un lungo cammino Benvenuto tra noi "Dolce Pasqualino"
ANTONIO DE ANGELIS

 

Un Gabbiano (Damiano)


Eri un Gabbiano bianco
volavi sul mare,
accarezzavi la spiaggia
e virando tornavi verso il mare,
Poi sù e giù nel cielo,
volteggiando nell'aria
sfioravi i raggi del sole
che ti illuminavano
in tutto il tuo splendore.
Quel volo era la tua vita,
alti e bassi, gioia e dolore,
tristezza e serenità.
Ma un giorno hai volato troppo in alto,
ed il sole ti ha tradito,
bruciando le tue fragili ali,
facendoti cadere tramortito al suolo.
Io ti ho raccolto,
e porgendo con le mani il tuo spirito verso il cielo
sei tornato a volare.
Ma questa volta il volo,
sarà gioia per sempre 

Antonio De Agelis

Una candela
Un alito di vento ha spento una candela,
la forza dell'amore ha riacceso la sua fiamma.
la guardo mentre illumina l'ombra della sera,
il ricordo e la speranza la terranno sempre
accesa.
Frammenti luminosi di un dolce pensiero,
come tenui raggi di sole,
giungono ai confini del mio cuore,
non mi sentirò mai solo.
si può soffrire di troppo amore,
chiudo gli occhi, accendo la fantasia,
nei sogni trovo la pace che invano hai cercato
nella vita,
e ti sento come allora accanto a
me…. sempre.

Antonio De Angelis

INUTILMENTE
A che cosa mi servono ormai le stelle,
il mare, il sole e la luna.
O mio Signore,
A che cosa serve la luce nei miei
occhi,
senza l'immagine di colui che amavo,
o mio Signore,
lo sono inspiegabilmente ancora qui,
il tuo volere di tenermi in vita,
non sarà sufficiente ad impedire,
al mio cuore di morire.


Antonio De Angelis

  

Era Primavera
quando vedevo due rondini
rincorrersi nel cielo
volteggiando nell'aria,
per poi sparire insieme sotto i tetti,
Quando un raggio di sole mattutino
Penetrando tra le foglie
Illuminava una piccola rosa
Appena sbocciata
Scaldandole i petali ancora stretti.
Quando vedevo
Il tenero sorriso di un bambino
Illuminare il volto
Della sua mamma
Prima di addormentarsi la sera.
Non vedrò mai più tutto questo
Non vedrò i colori
Ne sentirò il profumo dei fiori
Perche senza di te
Non esiste più la primavera.
Ma se un giorno il mio dolore si placherà,
vedrò con i tuoi occhi,
ed ascolterò la musica con la tua anima,
come se tu fossi ancora qui con me
ed allora…allora sarà di nuovo primavera.
Antonio De Angelis