La vecchietta furbetta. 

Una vecchietta arzilla si presenta un mattino ad uno sportello della banca del Canada, e chiede all’impiegato di presentarla al direttore generale, perché deve fare un deposito importante. L’impiegato risponde che non c’è nessun problema, e che  lui stesso può occuparsi della cosa. Data l’importanza del deposito, insiste la vecchia signora, vorrei che il direttore si occupi personalmente, e ciò dicendo mette un grosso sacco pieno di banconote sul banco. L’impiegato data l’insistenza della vecchietta, e vedendo il sacco di banconote, va dal direttore per spiegargli la cosa.

Il direttore incuriosito decide di ricevere la vecchia signora nel suo ufficio, e con un sorrisetto ironico dice: buongiorno signora, quanto vuole depositare per aver voluto che  mi occupi io personalmente della cosa?

E la signora:  ...165.000 $ il tutto in banconote che ho nel mio sacco.

Il direttore incredulo: ma come ha potuto accumulare tante banconote per un solo deposito? E la signora: semplice facendo scommesse. Ma che genere di scommesse, domanda incuriosito il direttore.

Per esempio io scommetto 25.000 $ che lei ha i coglioni quadrati.

Il direttore scoppia a ridere e dice: con me avrà meno fortuna perché i miei coglioni sono del tutto normali, ed accetterò la sua sfida quando vuole.

La vecchietta accetta, e dice; data l’importanza della somma rimandiamo il tutto a domani mattina alle 10, e tornerò in presenza del mio notaio, come testimone.

 Il direttore è d’accordo,  e l’appuntamento è fissato per l’indomani alle dieci.

Rimasto solo però il direttore si accorge di essere un pò nervoso, ed aspetta con impazienza l’ora della chiusura per tornare a casa e controllare se tutto fosse normale, ciò che fece. Per un lungo momento si mise davanti  allo specchio tastando i suoi coglioni in tutti i sensi, finalmente convinto che tutto era in ordine, poté passare una notte tranquilla, pensando al buon affare che avrebbe concluso l’indomani.

La mattina seguente alle dieci precise la vecchietta si presenta all’ufficio del direttore accompagnata dal suo notaio, e tutti e tre si chiudono dentro .

Essendo già d’accordo sulla somma scommessa dal giorno precedente, senza altre spiegazioni la vecchietta domanda al direttore; vorrebbe scendere il pantalone ed il resto per favore?

 Certamente, egli risponde, aggiungendo l’atto alla risposta.

La vecchietta ammira qualche istante, poi di nuovo domanda timidamente; posso toccare?

Faccia pure, dice il direttore. La vecchietta comincia allora a tastare delicatamente i testicoli del direttore, rigirandoli in tutti i sensi. In quel momento il direttore si accorge che il notaio sta battendo la testa contro al muro ripetutamente. Il direttore domanda alla vecchietta:  perché si comporta cosi?

Ma! non so risponde la vecchietta, probabilmente perché ho scommesso 165000 $ con lui che avrei avuto nelle mie mano i testicoli del direttore generale della banca del Canada  appena 5 minuti dopo averlo incontrato.

 

Fortunatamente

Dopo aver frequentato la mia fidanzata per oltre un anno, abbiamo deciso di comune accordo di sposarci.

La madre della mia fidanzata, mia futura suocera,... donna impagabile (quanto terribilmente sexi,)si è occupata di tutto  per i preparativi del matrimonio, chiesa, musica, fotografo, pranzo, ecc.

Ieri mi ha chiamato per dirmi di passare da lei per rivedere alcuni dettagli, riguardo il numero degli invitati, a suo parere troppo numerosi. Siamo  arrivati cosi al numero di 150 dopo averne ritirati alcuni dalla mia parte con il mio consenso, dato che tutto era già stato stabilito.

Ma sono rimasto a bocca aperta quando tutto un tratto mi ha detto di trovarmi molto seducente, e che avrebbe fatto volentieri l’amore con me. Cosi dicendo si é avviata verso la camera continuando a dirmi; tra un mese non sarà più possibile, quindi rimane poco tempo, aggiungendo con tono languido; tu sai dov’è la porta della camera e dove é la porta d’uscita, nel caso decidi di partire. Sono rimasto immobile, in piedi, eccitato e intontito, per almeno 3 minuti,e finalmente mi sono deciso... mi sono diretto correndo verso la porta d’uscita... sono uscito. Fuori ho trovato suo marito sorridente appoggiato sul cofano della mia automobile. Credo di ricordare esattamente, ciò che mi ha detto: noi volevamo soltanto assicurarci, che  nostra  figlia sposasse un uomo educato ed onesto. Ora ne abbiamo la prova, tu hai passato brillantemente il test, poi mi ha abbracciato e mi ha fatto gli auguri.

 E' stata proprio una fortuna, che avevo lasciato i preservativi nella macchina.

 

L' aereo caduto

 

Un aereo di linea precipita in acqua nel mezzo del Pacifico del Sud... Tre sopravvissuti solamente :

 il pilota, uno steward e una hostess.

Si aggrappano ai rottami che galleggiano in superficie e, dopo una settimana alla deriva, arrivano su un'isola totalmente deserta. Sono al di fuori di tutte le rotte aeree e marittime. Sanno che non li

cercano più, poiché hanno visto da lontano il viavai degli aerei che sorvolavano il luogo dell'incidente ... La vita si organizza. Si costruiscono una bellissima capanna.

La natura generosa fornisce loro carne, frutta, acqua fresca.

Sono belli, sono giovani... Dopo 2 mesi, la giovane hostess si decide a parlare agli altri due:

"Ascoltate amici. Noi siamo soli. Forse per sempre. Ci siamo sempre rispettati, abbiamo la nostra intimità, tutto e' molto bello... ma io sento che noi soffriamo tutti di una certa mancanza.

Io so che voi non osate parlarmene, allora lo dico io stessa: sono d'accordo.

Basta arrangiarsi, per esempio tu i giorni pari e tu i giorni dispari; e se c'e' qualunque problema, se ne parla." Contentissimi di averne potuto parlare e di essersi organizzati, passano

delle settimane favolose. Ciascuno al suo turno, con un rispetto e una intesa esemplari, uno i giorni pari, l'altro i giorni dispari.

Disgraziatamente, dopo due mesi, la ragazza prende un virus fulminante, e muore..

E' la catastrofe. Gli altri due sono terribilmente tristi, ma la vita si riorganizza, e i giorni e poi le settimane passano. Dopo un mese, uno dei due si rivolge all'altro dicendogli :

"Ascolta, vecchio mio, il tempo passa, so che e' dura per te come per me, allora tanto vale parlarne. Io sento la mancanza, sono giovane, non posso continuare così. Che cosa ne pensi?

E l'altro lo ringrazia d'aver osato parlarne, e subito lo rassicura dicendogli che e' la stessa cosa per lui. Tu la pensi come me, allora? Si, sono d'accordo. E se non funziona, se ne parla. D'accordo ?

Come facciamo?

Tu i giorni pari, ed io i giorni dispari?

D'accordo, proviamo. Ed essi passano di nuovo delle settimane piacevoli...

Ma una sera, uno dei due dice all'altro: Ascolta, avevamo detto che ne avremmo parlato se qualcosa non andava.  Ebbene, io trovo che c'e' qualcosa che non va più. Siamo soli e sentiamo la

mancanza, d'accordo, ma quello che facciamo mi infastidisce: e' contro natura ...

Tu mi rassicuri , dice l'altro, anch'io volevo parlartene, vorrei smetterla.

Ad ogni modo, non sono le stesse sensazioni di prima... Tu sei d'accordo, allora?

Si, e tu?

Si.

...........

...........

...........

Bene... allora la sotterriamo.     

Carabinieri

Fonogramma N° 10559

 

Da Ministero   Esterni Servizio Civile et Comando Stazione Carabinieri Roccacannuccia STOP 

Urgono notizie presunto sisma. Sospetto epicentro vostra zona Stop

Calcolare danni provocati movimento tellurico et controllare gradi, scala Mercalli  Stop

 Raccomandasi massima urgenza Stop. 

 

Risposta:

 

Da comando Sazione Carabinieri Roccacannuccia at Ministero Esterni

 Servizio protezione Civile Stop. 

 

Identificato finalmente Sisma. Trattasi di Sisma Giuseppe, fu Gaetano nato a NAPOLI

Il 05/06/45 et qui residente, noto pregiudicato per reati contro il patrimonio  et persona Stop.

Per quanto riguarda Epi Centro non risulta nel nostro elenco anagrafico né in quello dei comuni

Vicini a noi. Stop.

 Potrebbe trattarsi se c’è stato errore nella VS battuta Telex, di  Bepi Centro

conosciuto e stimato maestro elementare. Stop

 Il movimento tellurico non ha provocato nessun danno, perchè  questa caserma  tiene sotto controllo tutti i movimenti, compresi quelli Politici, sindacali, et religiosi Stop

Non abbiamo potuto controllare la scala del Sig.  Mercalli poiché lo stesso si è allontanato

dal suo domicilio et sconoscesi suo attuale recapito. Stop

Per noi Carabinieri i gradi sono gli stessi di prima, io sono Appuntato e il mio collega è

Carabiniere semplice. Stop

 Infine ci scusiamo se non abbiamo risposto prima, siamo stati molto indaffarati perché qui ci è stato un terremoto della madonna. Stop

 

I MIRACOLI DELLA NATURA

Il semaforo segna rosso e una minuscola utilitaria si ferma a fianco di un ciclomotore.

L'uomo sul ciclomotore sorride al guidatore dell'auto e domanda con ironia:

— Ma come diavolo è riuscito ad entrare in un'auto così piccola?

— Entrare? — domanda sorpreso l'altro.— Il problema è uscirne, mia madre mi ha partorito qui dentro!

 

GIRO DI  VALZER

Al ballo annuale della scuola Anna viene invitata sulla pista da un ragazzo.

 Il suo cavaliere si accorge subito che è una principiante e dice, incoraggiandola:                   

— Devi semplicemente imparare a tenere il tempo durante il ballo!

— Il tempo potrei anche tenerlo! — esclama la ragazza sorridendo. Solo che la musica mi distrae!

 

IN PARADISO    

   Due uomini bussano alla porta del Paradiso. San Pietro chiede al primo:             

— Tu cosa hai fatto nella vita per meritare di entrare?

— Sono stato sposato per venticinque anni con la stessa donna!

— Va bene, puoi entrare. E tu,cosa hai fatto?  chiede al secondo.

— Io mi sono sposato cinque volte in venticinque anni!

— Va all'inferno! — urla San Pietro. —

 Qui accettiamo i martiri, ma non gli imbecilli!

 

 

IL DUBBIO

Durante un ricevimento una signora chiede ad un famoso psichiatra:

— Mi tolga questo dubbio, come si può sapere se una persona e psichicamente instabile?

— E molto semplice. Basta fargli una domanda a cui possa rispondere con sicurezza.

Se non riesce a rispondere, è già un punto a suo sfavore.

— Ho capito  dice la signora.

E cosa si può chiedere,per esempio?

— Beh... James Cook compì tre viaggi e durante uno di questi fu ucciso; in quale?

La signora riflette per qualche secondo e poi chiede:  deve proprio essere una domanda di storia?

 

 INDICE