MANUALE DI CONVERSAZIONE

DEI ROMANI

 

In queste pagine  trovate  lo Zingarelli della periferia  romana; un
indispensabile aiuto per coloro i quali dovessero imbattersi  indifesi in
un dialogo con uno dei folkloristici personaggi che costellano questo

mondo metropolitano per molti ancora sconosciuto. Abbiamo ritenuto utile raccogliere tutte le frasi del manuale originale, assieme a quelle proposte dai visitatori, per proporvi quello che è il tascabile da turista della periferia romana.

Forme di saluto

BAMBULESH/CIARDA/CIOOO/SCIAO:   ( forma di saluto introduttivo)

COME T'ANTITOLI?:    (qual è il tuo nome di battesimo?)

COME T'ANTITOLl, CH'A AMICA MIA JARISURTI:    (siccome piaci molto alla mia amica/o vorrei gentilmente sapere il tuo nome per riferirglielo)

COME TARZA?/COME TE BUTTA?:    (come ti va la vita?)

SARIBBECCAMO/SARISDRAIAMO/SARICABARDAMO:    ( forma di saluto e di congedo)

SE SEMO VISTI:    (forma di congedo)

BELLA...:   ( forma di saluto a cui generalmente fa seguito il nome del salutato)

 

Espressioni esortative

 MA VATTE A DA' ALL'IPPICA COR CAVALLO A DONDOLO:    (dicesi di persona le cui affermazioni sono palesemente fuori luogo)

 NUN TE BAGNA' A CAPOCCIA CHE TE SE GONFIA LA SEGATURA:   (non sei dotato di una grande intelligenza)

 STAI A FA' LI BOTTI/STAI A SCAZZA':  ( il tuo comportamento è esagerato e sconsiderato)

 

Minacce e insulti

TE STO A 'MBRUTTT: ( la tua antipatia mi irrita notevolmente        )

 TE SPORVERO/TE SPARECCHIO LA FACCIA: (ti prendo a ceffoni sul viso )

T'APPOGGIO/TE PARCHEGGIO 'NA MANO IN FACCIA: (vedi sopra)

TE MÌSCHIO COME UN MAZZO DE CARTE/TE RIBARTO COME 'NA COTOLETTA: (rivedi sopra)

 TE RÌVORTO COME 'N CARZINO/'NA CARZA/TE APRO COME 'NA COZZA: (rivedi sopra)

 TE APRO COME 'NA SDRAIO/TE CHIUDO COME 'NA GRAZIELLA: (rivedi sopra)

 MO T'APRO COME 'N DIVANO LETTO/'NA COZZA/'NA TELLINA: (rivedi sopra)

 TE APRO COME 'N FIASCO DE VINO/'NA DAMIGIANA: (rivedi sopra)

MO TE PARTO DE CAPOCCIA/DE TESCHIO: (mi hai fatto proprio irritare)

TE DO 'NA PAPAGNA 'N FACCIA: (stai attento che sto per darti un cazzotto)

 

Sberleffi e frasi popolari

 FAMO COME L'ANTICHI CHE MAGNAVANO LE COCCE E CACAVANO LI FICHI: (in risposta a! quesito sul da farsi, chiamiamo in causa l'antica saggezza dell'Urbe)

 MI' NONNO DICEVA: MEGLIO ER CULO GELATO CHE 'N GELATO AR CULO: (non fidarti mai di chi non conosci bene)

 SE TE VEDE LA MORTE, SE GRATTA: (hai l'ingrata fama di iettatore)

 C'HAI 'NA SFIGA TARMENTE GRANNE CHE SE TE CASCA 'R CAZZO TE RIMBARZA 'N CULO: (non sei una persona estremamente fortunata)

 A ROSCIO, SI' TE FAI 'NA RIGA 'N MEZZO PARI 'N GETTONE:  ( immorale atteggiamento di sbeffeggiamento)

 CHI S'ESTRANEA  DA'A LOTTA E' 'N GRAN FJO DE' 'NA MIGNOTTA: (colui che non prende parte di buon grado alle scorribande collettive, può andare tranquillamente a darsi fuoco)

 MA QUELLO E' ER NASO TUO O TE STA' A MAGNA' 'NA FRAPPA?: (le dimensioni del tuo naso sono quantomeno fuori dal comune)

 RIDI SU 'STO CAZZO, CHE LE PALLE SE DIVERTONO: ( risposta retorica da rivolgersi ad una persona intenta a manifestare una gioia ingiustificata per un evento)

 TE N'ESCI SEMPRE COME 'NA SCORREGG1A A PRIMAVERA: (come ti viene in mente?)

 QUI SE MAGNA E SE ROTTA COME FIJI DE 'NA MIGNOTTA: (tipica frase da insegna di osteria romana)

 SE 'NVECE DER VITELLO TE DANNO ER MULO, TU MAGNA, STATTE ZITTO E VAFFANCULO: (proverbio popolare indicante l'unico modo possibile per reagire alle truffe)

 ROBBA VECCHIA MORE 'N MANO A LI COJONI:  ( le persone poco sveglie spesso fanno acquisti che si rivelano una fregatura)

 

 

 

Apprezzamenti ed espressioni a sfondo sessuale

 

 NUN FA' ER SOLITO MANDRILLO/MANDRILLONE:  (smetti di corteggiare follemente   e senza ritegno le ragazze)

 ME STAI A BATTE I PEZZI:  (la tua corte nei miei confronti è alquanto palese)

STAI A FA ER PROVOLA/MOLLICONE/POLENTONE/AURICCHIO/LOFFIO:  (vedi sopra)

 T'ARISURTO?:  (ti vado a genio?)

 NUN ME TE FILO DE PEZZA:   (non ho nessun interesse acciocché il nostro rapporto prosegua)

 NUN ME TE 'NCULO DE PEZZA:   (vedi sopra)

 ME COZZI:   (la tua presenza mi indispone oppure non mi è particolarmente gradita)

 ACCANNAMOSE:   (penso che sia meglio farla finita)

 UN TRANCIO DE SESSO:   (dicesi di persona che stimola eccessivamente le fantasie sessuali)

STRAPPONA/SBRINDELLONA/SMANDRACCHIONA:   (dicesi di ragazza nota nell'ambito metropolitano per la facilità con la quale si concede sessualmente)

 SPARAPOMPIBOCCHIGNOTTOLA/STRACCIA FILETTO:   (vedi sopra)

SDRAIONA (forma abbreviativa di sdraiacazzi):   (vedi sopra)

 QUELLA E' UNA CHE LA DA' COME FOSSE 'N FREESBEE:   (vedi sopra)

 QUELLA CiHA 'NA CIORNIA TARMENTE SPAMPANATA CHE QUANNO CORE J'APPLAUDE:   (vedi sopra)

 SOLO 'N GIORNO E GIÀ' E' PASSATA A LI' MICROFONI:   (dicesi di ragazza ben disposta nello svolgere particolari pratiche orali)

 SO' 'NGRIFATO:   (sono eccessivamente eccitato)

 C'HO VOJA DE 'NZUPPA' L'AGNELLO:   (espressione prettamente maschile per esprimere l'intenzione di avere un rapporto sessuale con una ragazza)

 C'HO 'L CRATERE CHE ME SBRODA:   (espressione prettamente femminile per esprimere l'intenzione di avere un rapporto sessuale con un ragazzo)

 SI' TE 'O METTO 'N SPALLA, ALTRO CHE VIA CRUCIS:   (la mia virilità è rinomata nell'ambito della periferia)

 E' MEJO CORTO CHE TAPPA CHE LUNGO CHE SCIACQUA:   (frase da rivolgere con sufficienza a coloro i quali si vantano di improbabili misure del proprio "membro")

 ME CHIAMENO TREPPIEDE:   (girano esagerate voci sulle dimensioni del mio membro)

 C'HAI ER CAZZO COLL’ IMPUGNATURA ANATOMICA:   (sei troppo dedito a certe attività manuali solitarie)

 TANTO CIOO SANNO TUTTI CHE 'O PIJI  IN BERTA:   (è inutile che continui a fingere: ormai e' risaputa la tua omosessualità)

 ME PARE D'AVECCE 'N FORNO PE' COCE LE ROSETTE:   (ho delle forti infiammazioni vaginali)

 C'È' LA BASSA MAREA:   (l'ambiente è saturo di ragazze fortemente sgradevoli alla vista e al tatto *cozze*)

 ANVEDI; STA A ARIVA' 'NA MAREGGIATA/'NA 'NFORNATA DE COZZE:   (numi, quelle ragazze in arrivo sono davvero poco avvenenti)

 ANVEDI CHE PEZZO DE FICA/GNOCCA/SORCA/FREGNA/PATONZA:   (qual leggiadra fanciulla vedo comparir all'orizzonte)

 C'HAI 'N CULO CHE PARLA DA SOLO:   (il tuo deretano è veramente piacevole a vedersi *espressione generalmente rivolta a fanciulle di bell'aspetto*)

 C'HAI 'N CULO CHE E' 'NA PORTAEREI:   (i! tuo deretano è di dimensioni oltremodo esagerate)

 C'HAI ER CAZZO COSI' PICCOLO CHE PARE CHE C'HAI TRE PALLE:   (le dimensioni del tuo sesso sono ridotte ai minimi termini)

 C'HAI PIÙ' CORNA DE 'N SECCHIO DE LUMACHE:   (eufemismo che descrive una persona il cui partner (o la cui partner) non sembra essere particolarmente interessata alla fedeltà coniugale)

 TE FIOCINO ER CULO:    (frase utilizzata sovente all'inizio di un amplesso)

 FROCIO/RICCHIONE/FROCIONE/ROTTO 'N CULO/CULO SFONNATO:   (omosessuale)

 QUELLO SCOPA DA LA PARTE SBAJATA:   (ho motivo di credere che quello sia gay)

 PARE CHE T'HANNO MESSO 'N MANICO DE SCOPA AR CULO:   (le tue movenze paiono eccessivamente rigide)

 ST'OMO ME FA TARMENTE SANGUE DA FAMME GUARI' DALL'ANEMIA:   (il mio ragazzo è talmente speciale da apportarmi un beneficio terapeutico)

 TE RETTIFICO LA VENA CACATORIA:   (ti provocherò lesioni anali permanenti)

 AR POSTO DELLE ZINNE C'HAI DU' PEDALINI:   (il tuo seno non è granché sodo)

 C'HAI 'N CULO TARMENTE BASSO CHE TE PUZZA DE PIEDI:   (se un giorno diventerai famosa, non sarà certo per le doti del tuo fondoschiena)

 LAMPEGGIA TRA LE COSCIE DE TU MADRE CHE 'N'AMICO MIO Ci'HA PERSO 'NA PANDA:   (amico automobilista, ti prego di non infastidirmi oltremodo con questo tuo ripetuto uso degli abbaglianti)

 

Notazioni meteorologiche

 

-TIRA 'NA GIANNA/GIANNELLA/CE SE PUZZA DAR FREDDO:   (il clima è rigido ed insopportabile)

- ME STO A CACA' 'N MANO DAR FREDDO:  ( la temperatura si è notevolmente irrigidita)

- SENTI CHE BROCCA:   esclamazione volta a far notare la particolare rigidità del clima)

GIRA VOCE/CORRE MITO CHE FA FREDDO:   (è giunta notizia che la temperatura è notevolmente bassa)

 

Espressioni volte a sottolineare una personale condizione igienico-fisiologica

TE PIOTTENO L'ASCELLE:   (hai un alto tasso di sudorazione ascellare)

TE FLIPPANO L'ASCELLE:   (sarebbe il caso che ti lavassi di più)

C'HAI L'ASCELLA PICCANTE/PEZZATA/COMMOSSA:   (vedi sopra)

TE RISARGONO LI SALMONI PE' L'ASCELLE:   (le tue ascelle sono estremamente sudate)

C'HO 'NO STRONZO 'N FORIGIOCO:   (devo necessariamente espletare i miei bisogni fisiologici)

Ci'HO 'NO STRONZO CHE STA  A PACCA’/ POMICIA' COR CULO/'E MUTANDE:   (vedi sopra)

Ci'HO 'NO STRONZO CHE ME PARLA IN 7 LÌNGUE:   (vedi sopra)

A OGNI SCOREGGIA CHE SPARO Ci'HO 'O STRONZO CHE ME FA CAPOCCELLA:   (vedi sopra)

 

 

Azioni

 'NGUATTARE/INZOTTARE/AZZOTTARE:   (appropriarsi di un bene altrui senza il permesso)

 IMBERTARE O 'MBERTARE:   (nascondere o nascondere per rubare)

 CIOCCATELO/SPIZZATELO:   (osservalo con attenzione)

 STA' A DI' 'NA CALLA   (stai dicendo una fesseria)

 ME STAI A DA' 'NA SOLA/ ME STAI A COJONA':   (stai cercando di raggirarmi)

 TE DO/TE PISCIO 'N CULO/MA DE CHE:   (non seguo le tue opinioni né faccio ciò che vuoi)

 STAI A FA' 'R VAGO:   (stai fìngendo di non capire)

 STAI A GUFA':   (stai sperando che le cose mi vadano male)

 CE STAI A 'NNA' DE PUZZA:   (vedi sopra)

 STAI A TAROCCA/A FA' I MAGHEGGI:   (la tua contraffazione risulta alquanto palese)

 T'HO SGAMATO:   (ho scoperto i tuoi sporchi trucchi o inganni)

 ME SO' DATO/ME LA SO' SQUAJATA:   (sono fuggito fulmineamente)

 STO/VADO A FETTE:   (sono/vado a piedi)

 SE 'NGARELLAMO/S'ATTACCAMO:   (confrontiamoci duramente in una gara competitiva)

 DAMOSE 'NA PUNTA:    (diamoci un appuntamento)

 CALAMOSE AR FESTA/IMBOCCAMOGLIE:   (ci conviene partecipare al ludico intrattenimento fra amici)

 ME VADO A FA' 'NA PENNICA:    (vado a far riposare le mie stanche membra)

 

Espressioni volte ad indicare una particolare condizione psicofisica

 SE SCHIZZAMO COR DENTIFRICIO/COCCOLINO/VETRIOLO:    (siamo esageratamente euforici)

 STAI A SBORA':    (sei eccessivamente agitato o felice)

 ME PIJA/M'ATTIZZA/JE STO A ROTA:    (mi eccita molto)

 M'ARALLA/M'ACCHIAPPA 'NA CIFRA/CIOFRA/CIAIFRA/SOMMA:    (vedi sopra)

 C'HAI LE CACCOLE AR CERVELLO:    (non sei nel pieno delle tue facoltà mentali)

 STO A SVARIA' NER FLASH/STO FLASHATO:   ( non ho un perfetto possesso delle mie facoltà)

 STO SOTTO A 'N TRENO:    (non sono in perfette condizioni psicofisiche)

 SI' TE VEDE 'A MERDA, S'ARIPIJA:    la tua condizione psicofìsica è davvero miserevole)

 SO' PARTITO DE CRANIO/STO A SBROCCA M'E’ PARTITA 'A BROCCA: ( mi sono arrabbiato)  

 L'HANNO RACCORTO COR CUCCHIAINO:   (frase idiomatica utilizzata per descrivere una persona ridotta dagli eventi in gravi condizioni fisiche (o anche morali)

 T'ABBUCHI CO' A' NUTELLA/COR VALIUM:   ( l'eccessiva presenza di elementi estranei nella tua circolazione sanguigna nuoce alle tue facoltà mentali)

 

 ANDO' STA' ER CESSO CHE DEVO DA LIBERA' ER PRIGIONIERO NEGRO:   ( potresti cortesemente indicarmi la toilette che ho un bisognino da espletare?)

 STO A FA' 'N BRACCIO DE SCIMMIA:    (produrre un escremento che, per lunghezza, colore e diametro, ricorda l'arto di un primate)

 ME SO' CACATO L'ANIMA/I POLMONI:   (sono stato colpito da una violenta dissenteria)

 HO CACATO 'N REGAZZINO/HO CREATO 'NA COSA:    (ho prodotto un escremento di notevole portata)

 DEVO DA CAMBIA' L'ACQUA AR PESCE:    (ho un forte bisogno di mingere)

 'NA SVAMPA/'NA LOFFA/'NA SVENTRA:   (rumore molesto effettuato mediante sapiente uso del retto)

 C'HO 'NA SVAMPA 'N CANNA CHE HIROSHIMA 'N CONFRONTO E' 'NA MICCETTA:  ( Il boato conseguente alla mia flautolenza potrebbe avere conseguenze disastrose)

 SI' N'ERA 'NA SCOREGGIA ALLORA STA A COMINCIA' KEN IL GUERIERO:   (avete udito anche voi dei rumori molesti provenienti dal deretano di qualcheduno?)

 SE FA ER BIDÈ' COR COLLIRIO:    (non è uso all'igiene intima)

 Ci'HAI LI FRANCOBOLLI DE MERDA AR CULO:    (persona poco dedita all'igiene intima dopo l'espletamento dei bisogni fisiologici)

 Ci'HAI LE MUTANNE COR VERSO; GIALLE DAVANTI E MARONI DE DIETRO:    (persona non molto dedita all'igiene intima)

 Ci'HA! 'NA SGOMMAIA/SGOMMELLA/'NA VIRGOLA DE MERDA NE 'E MUTANNE:   (dovresti curare con più attenzione i cambi della tua biancheria intima)

 Ci'HO 'NA CACCOLA 'N FORIGIOCO:   (la pulizia del mio naso lascia alquanto a desiderare)

 STO A TRASLOCA' 'A NASCA:   (sto effettuando una pulizia manuale dell'apparato olfattivo)

 C'HAI 'NA FIATA CHE SI' ME ALITI IN FACCIA ME FAI LI CORPI DE SOLE:    (è evidente il fatto che tu abbia problemi di alitosi)

 MA CHE TE SEI MAGNATO 'N TOPO/BAMBINO/REGAZZINO MORTO?:   (vedi sopra)

 FAI TARMENTE SCHIFO CHE QUANNO TE FAI LA DOCCIA LE VERRUCHE SE METTONO LE CIAVATTE:   (dicesi di persona poco incline alla pulizia del proprio corpo)

 

 

Domande e risposte tipiche

 ANACABBESIO/ANACAPONZIO?:   (non hai colto forse il senso?)

 ME LA CONCALLI?:   (potresti riscaldarmi questa cosa?)

 LO STO A FA':    (non illuderti affatto che io compia questa azione)

 L'HO GIÀ' FATTO:   (rafforzativo de "LO STO A FA'")

 VIENIME COR FOCO/DAMME 'NA PIETRA FOCAIA:    (per favore fammi accendere)

 STAMME AD ALLUNGA' 'NA CIOSPA/SVAPORA/ZANNA:    (mi offriresti gentilmente una sigaretta?)

 DAMME DU' SPUTI/M'E' FINITA 'A BRODA:    (fammi il pieno, per favore)

 CACCIA LA SVANZICA:    (tira fuori i soldi (può essere usato in modo gentile o violento a seconda del tono)

 ME STAI A PIJA' PER CULO?:   (mi stai forse sbeffeggiando?)

Definizioni varie

 TE PREGO:   (non ci credo...)

 TIPO CHE:    (locuzione avverbiale di intercalare)

 TOMBATO/SVASTICATO/TROMBATO/STECCATO:    (bocciato)

 SMANAZZARE/SMANETTARE:   (agitare le mani in maniera esagitata)

 STECCARE:   (dividere qualcosa in parti eque)

 'NA SPADA/'NA FISSA/'N TRENO/'N TAGLIO/'NA SCHEGGIA:    (dicesi di cose estremamente piacevoli)

 SGAFICO /GHICIORFO/CE STA TUTTO/BONO COME 'R PANE:    (vedi sopra)

 'NA CHIAVICA/'NA CLOACA:    (dicesi di cose estremamente sgradevoli)

 'NA CIFRA/'NA CIAIFRA/UN BOTTO/UN FRACCO/'NA SOMMA:    (dicesi di quantità assai notevole)

 /J'AAMMOLLA:    (funziona particolarmente bene)

 'NA BOTTA AR CORE:    (dicesi di un evento particolarmente traumatico)

 E' DA PAURA:    (espressione che indica il particolare gradimento verso una cosa, un evento o una persona)

 CE SPACCO MORTO DA 'STI PIZZI:    (sono usuale frequentatore di questi luoghi ameni)                                                                                                   

 E' ITO ALL'ARBERl PIZZUTI:    (è passato a miglior vita è spirato)                                                                                                                                    

 E' ITO AR GABBIO:   (la sua cattiva condotta lo ha portato a frequentare l'ameno ambiente delle carceri                                                                             

 M'APPONGO: prendere posizione {usato dagli "zauri" in un linguaggio forbito)

 ER CHITARONE:  (scherzo consistente nello schiacciare insieme tutti i pulsanti di un citofono)

 E' CALLA CALLA:   (dicesi di cosa molto calda)

 HO SVORTATO (SVORTARE): (ho ottenuto (ottenere) un decisivo miglioramento del tenore della mia vita. )

 SE LO SO' 'NCULATO: (gli hanno provocato dell'autentico dolore (fisico o morale)

 TO'O TIRANO APPRESSO: (puoi reperire questo oggetto con facilità e a basso prezzo)

 PINNA: (acrobazia effettuata normalmente con veicolo a due ruote; impennata)

 C'HO 'NA ROTA CH'E' 'NA CACIOTTA: (il copertone posteriore del mio motorino è liscio e usurato)

 C'HO LA MOTO CHE ARA: (al semaforo provoco profondi solchi sul manto stradale con la ruota posteriore della mia moto)

 STAI ANNA' LOCCO LOCCO/FRISO FRISO: (espressione rivolta ai guidatori la cui velocità è particolarmente bassa)

 PIOTTA 'NA CIFRA: (va molto veloce o procede con grande efficienza)

 A TUTTA CALLARA/A PALLA/A CANNONELLA: (spinto fino ai limiti delle sue possibilità)

 A MAZZETTA/A PÌOTTELLA: (vedi sopra)

 

 

 

DETTI POPOLARI

 

 A CHI TOCCA 'N SE 'NGRUGNA:   (a chi tocca, tocca)

 SEI COME ER CANE DE MUSTAFA' CHE LO PIJAVA 'N CULO E DICEVA DE STA' A SCOPA': (sei convinto che l'azione che stai compiendo sia positiva per te, ma in realtà non ti accorgi che è il contrario)

 E' COME SCIVOLA' SU 'N TAPPETO DE CAZZI; NDO  CADI CADI LO PIJ AR CULO: (la mia situazione generale è alquanto compromessa e non mi consente larghi margini di scelta)

 CIHA LASCIATO CO' 'NA SCARPA E 'NA CIAVATTA: (siamo stati abbandonati a degli eventi tutt'altro che favorevoli)

 ME PARI ER DOTTOR BONAGA, CHE CURA ER CULO PE  'NA PIAGA: (scarso apprezzamento per le capacità del medico in questione)

 CIHAI 'N CULO TARMENTE GROSSO CHE SE TE METTI IN BARCONE TE CE FANNO ER NIDO LE AQUILE: (sei una persona particolarmente fortunata)

 FIODENA' {fio de 'na mignotta): (espressione dispregiativa)

 GIAMAICA (già m'hai cacato il cazzo): (mi hai annoiato fino all'insopportabile)

 MASTICA (ma 'sti cazzi)/CASTIZZI/MARIMBARZA:  (la cosa non mi sfiora minimamente)

 CHITTASA (chi ta s'ancula):   (non ho nessuna intenzione di seguire i tuoi consigli)

 CORCA (cor cazzo):   (non ho nessuna intenzione di seguire ciò che dici)

 ATTACCATE AR MANICO DE LA PANZA: (non ho nessuna intenzione di fare quello che dici tu)

 E' 'NA CAMBOGIA/E' 'NA CACIARA   l'ambiente è troppo caotico!)

 MEJO DE 'N CARCIO A LI COJONI:    (è comunque meglio di niente)

 E' TUTTO 'N CAZZO 'N CULO:   (è completamente inutile)

 APPARECCHIA ER CULO PE' DUE CHE PORTO 'N'AMICO:  (espressione scherzosa rivolta a persona estremamente disponibile verso il prossimo)

 ...E SE MI' NONNO C'IAVEVA CINQUE PALLE ERA 'N FLIPPER:( commento sarcastico relativo ad una situazione difficile a verificarsi)

 SI' CASCHI PE' TERA CE VO' ER CARRO ATTREZZI/TOCCA CHIAMA' L'ACI:   (la tua obesità è sorprendente)

 NUN TE S'ARZA MANCO COR CRIC:  ( corre voce che tu sia impotente)

 E' MEJO 'N CULO CALLO 'N PANZA, CHE 'NA PANZA CALLA 'N CULO:  (è altresì preferibile dare una 'fregatura' piuttosto che riceverla)

 BOCCA DE CIAVATTA:   (dicesi dì persona schizzinosa nel mangiare)

T'HANNO BECCATO COR SORCIO 'N BOCCA:   (ti hanno colto in flagrante)

 CHI MENA PRIMA MENA DU' VORTE:  (detto popolare chi mena per primo mena due volte.)

 CO 'NA SNIFFATA ME NE MAGNO QUATTRO:  ( ho un leggerissimo languorino allo stomaco)

 S'È' FATTA 'NA CERTA:  ( è tardi, dobbiamo andare)

 CE STA TUTTO:    (fa proprio al caso nostro)

 

 

 

ESPRESSIONI VARIE

 

 NUN CE SE VEDE MANCO A SCULA': è talmente buio che neppure la buona sorte può aiutarci a vedere

 ME SO' ROTTO LE PALLE/LI COJONI/ER CAZZO: sono decisamente stufo nonché seccato

 ME SO' FATTO 'N CULO COSI': ho lavorato duramente

 MO' SO1 CAZZI DA CACA': la situazione si è fatta preoccupante

 ME STO A FA' 'NA CURTURA: sto imparando molto (tono ironico)

 E CHE TE CREDI CHE STO' A PETTINA' 'E BAMBOLE?: (sei forse dell'idea che mi stia dedicando ad attività di scarso contenuto intellettivo?)

 

 

 

 

FRASI POPOLARI

 

 

 MA CHE TE SEI FUMATO LE PAGGINE GIALLE?/L'ELENCHI AL MZ?/ER TUTTOCITTA'?:   (ma che sei matto?)

 JE STO COME 'NA PIGNA/ZUCCHINA:  (appellativo usato per descrivere ii raggiungimento di uno stato poco dignitoso)

 STO' FORI COME *N BARCONE/'N TERAZZO/L'ASTA DE 'NA BANDIERA/ER PENNONE DE 'NA NAVE:  (non sono nel pieno possesso delle mie facoltà mentali)

 STO COME 'NA FOCA 'N CINTA SU 'NO SCOJO: (non mi sento molto in forma)

 JE STO 'NA MOUSSE/'NA CREMA   (appellativo usato per descrivere il raggiungimento di uno stato dì estrema rilassatezza e contentezza)

 ME PIACEREBBE STA' 5 MINUTI DENTRO 'A TESTA TUA PE' RIPOSAMME 'M PO':  (mi ritengo particolarmente stanco)

 ME STA A VENI' 'NA CECAGNA:  (sto per essere colpito da un solenne attacco di sonno)

 C'È' ANNATO 'N FISSA:  (l'argomento io ha interessato a tal punto da distoglierlo da ogni altra occupazione)

 SO 'MPALLATO:  (sono concentrato in una attività a tal punto da perdere il contatto con il resto del mondo)

 ME SO' ACCANNATO: ( vedi sopra)

 NUN ME REGGE LA POMPA/STO A SBOTTA'/STO ALLA FRUTTA:  ( sono terribilmente stressato)

 Ci'HO LI CRAMPI AR CULO:   (la mia tenuta fisica lascia alquanto a desiderare)

 Ci'HAI LI GNERPOCOCCHI:   (il tuo stato di salute è piuttosto precario)

 ME SO' SDRAIATO/ALLUNGATO/ADDOBBATO/SPALMATO:   (sono caduto rovinosamente)

 ME SO' 'NFROCIATO/'NFREGNATO/STAMPATO: (vedi sopra)

 HO PIJATO 'STO PALETTO/C'HO FATTO "STA GREZZA:   (ho fatto una magra figura)

 ME STO A TAJA /ME STO A SPACCA':   (mi sto divertendo in maniera esagitata)

 ME STO A ROTOLA' SUR PAVIMENTO:   (mi sto divertendo molto)

 ME SPARECCHIO SUR TAVOLO:   (la mia disposizione all'ilarità mi provoca prolungati blocchi mascellari)

 C'HO IL MASCARPONE ALLE PALLE:  ( la mia noia è giunta ai limiti de! sopportabile)

 STO A SMARTI /A STRIPPA /A SBIANCA':  ( sto sudando freddo)

 STO A ROSICA':   (sono assolutamente insoddisfatto di come si è evoluta la situazione)

 ME SO' GIOCATO /VENNUTO PURE L'ANIMA:   (ho eseguito l'azione con particolari sforzi e molto impegno)

 STO A FA' 'N BAMBINO/BAMBINELLO:   (sto facendo qualcosa che richieda uno sforzo sovrumano)

 STO A MORI':   (espressione che evidenzia una convulsione ripetuta)

 ME SE SO" RIPROPOSTI/L'HO RIVEDUTI:  ( ho rimesso quello che avevo mangiato)

 C'HO DENTRO DU REGAZZINI CO' LE MECAP:    (ho una leggera pesantezza di stomaco, dovuta molto probabilmente ad una cattiva digestione)

 ME SENTO COME 'N'OVO DE PASQUA SOTTO L'ARBERO DE NATALE:  ( forse ho esagerato con gli alcolici)

 SO' ARRIGGIRATO:   (ho bevuto un po' troppo)

 ME STA A CALA' 'A CATARATTA:   (sono lievemente stanco)

 JE STO COME 'NO SQUALO DE TERA:   (sono propenso alla masticazione di sostanze stupefacenti)

 SO' PROPIO CUCINATO:  ( il mio stato dì salute lascia alquanto a desiderare)

 CHE STRIPPATA PE' TE:   (mi sono preso un bello spavento per te)

 BELLA PE' TE: (sono contento che le cose si siano risolte a tuo favore nei migliore dei modi)

 Ci'HA 'NA DEPRESSIONE TARMENTE FORTE CHE JE" SE SO1 SGONFIATI/AMMOSCIATI PURE LI LOBBI DELLE RECCHIE:   (il poveruomo si è assai debilitato per via della sua notevole depressione)

 ME PIOTTA 'A CALOTTA:   (ho un forte mal di testa)

 OGGI ME SENTO COME PINOCCHIO NER VENTRE DA' 'A BBALENA:   (non mi sento troppo bene)

 C'HAI 'NA FIATELLA CHE TE SE VEDONO LE PAROLE USCIDE BOCCA:   (la tua alitosi è insopportabile)

 Ci'HAILi DENTI COSi'  GIALLI CHE SE CALA 'A NEBBIA LI POI USA' COME SEGNALI STRADALI:   (non sei abbastanza accurato nella pulizia dei tuoi denti)

 SI' TE METTI 'N CAPPELLO VERDE TE SCAMBIANO PE' 'N CASSONETTO:   (emani un olezzo insopportabile)

 QUELLO E' COSI' ZOZZO CHE PE' DIMAGRI' SE FA LA DOCCIA:   (vedi sopra)

 

 

 STAI A CACA' FORI DELLA TAZZETTA/DER VASETTO/'N TERRAZZO: (Il tuo comportamento

è esagerato e sconsiderato.)

 TE STA A SCUREGGIA' ER TESCHIO/NUN TE LIMITI/NUN TA REGOLI POPÒ: (vedi sopra)

 STAI A SCACIOTTA'/SBAROCCA': (vedi sopra)

 STAI A SGRAVAVA TOPPA'/POMPA SU LI FRENI: (vedi sopra)

 DI' 'STA STRONZATA PRIMA CHE TE VA 'N PERITONITE:   (se proprio devi dire questa corbelleria ti consiglio di fallo subito)

 STAI FORI COLL'ACCUSO:   (il tuo comportamento ha superato di gran lunga il limite di sopportazione)

 RIPONITE/RIPIJATE/PLACHETE:   (calma, per favore, la tua enfasi)

 NUN T'ARRAPA':  ( invito a non eccitarsi particolarmente per una determinata situazione)

 STAI A FA' 'R SIMPATICO:  ( i tuoi scherzi o le tue battute sono fuori luogo o non sono gradite)

 ER DURO VALLO A FA' AR CESSO:   (ti pregherei di mettere da parte il tuo fare minaccioso)

 RAMBO, BUTTA 'A FASCETTA /ZORRO, ARICCOJTE 'A SCIABBOLA:   (ti consiglio di non fare il duro con noi)

 STAI TRANCO/TRANGHIGIO/TRANCHJLLO/TRANQUO/MANZQ:  ( ti invito cortesemente a placare la tua ira)

 STA' CARMINO/CARMELO:   (vedi sopra)

 NUN CIOO FA' 'O SPLENDIDO/ER GAGGIO/ LO SGARGIULO:   (limita il tuo esibizionismo)

 NUN ME CACA' ER BOZZO/NUN ME STUCCA' ER PACCO:  ( non mi seccare)

 NUN ME SCACIOTTA'/STUCCA' LA BOMBARDA:   (non mi importunare)

VEDI D'ANNATTENE/ MANTANAVAI:  ( ti prego cortesemente di liberare questo luogo dalla tua nefanda presenza)

 VATTELA A PIJA' 'NDER CULO DE RETROMARCIA:   (vedi sopra)

 ANZANANNAMO?/ANZA? (forma abbreviativa): forma esortativa a cambiare dislocazione)

 STAMME A 'N PARMO DAR CULO:  ( il tuo comportamento irritante impone che ti mantenga ad opportuna distanza)

 ACCANNA I GIOCHI   ( rinuncia al tuo proposito)

 FATTE 'NA CANNA DE LATTUGA/TIMODORE/FATTE 'NA PIPPA AR CERVELLO:  (vedi sopra)

 FATTE 'NA PERA AR COCCO/D'ACQUA FABIA:   (rivedi sopra)

 HAI CHIUSO I GIOCHI:    (anche le più remote speranze per te sono svanite)

 FATTE 'N PACCHETTO/'NA MANICA DE...: (perché non circoscrivi i tuoi interessi a ciò che ti riguarda?)

 NUN STA A FA' ER BAVETTA:  ( non ingannarmi)

 FATTE 'NA PERA/'N'ENDOVENA DE CAMOMILLA:   (ti consiglio di calmarti)

 SI' LE COSE NU'LLE SAI... SALLE:   (se ti risulta alieno i! contenuto degli argomenti appena esposti, è bene che tu corra ad aggiornarti)

 

Unità di misura monetarie

'NA PIOTTA (PAIOT):  (unità dì misura monetaria corrispondente a lire 100 o lire 100.000)

'NA FELLA:   (unità di misura corrispondente a lire 100.000)

UN MILLANTE/UN SACCO:   (unità di misura corrispondente a lire 1.000)

'NO SCUDO:   (unità di misura monetaria corrispondente a lire 5.000)

N BOCCOLONE/"N TESTONE/'NA BRANDA/'NA FRONDA:   (unità di misura pari a lire 1.000.000)

 

Espressioni volte ad esprimere giudizi su persone o cose

ZORO/BORO (DE PIAZZA): (dicesi di persona poco inserita negli ambienti de! Jet Set)

ZAURO: dispregiativo di "ZORO" (usato anche come agg. nelle accezioni dei tipo "musica zaura")

 BUZZAGRO:   (persona estremamente rozza proveniente da zone di campagna)

 COATTO:   (individuo eccessivamente condizionato dalia massa e che si fa influenzare dalle tendenze)

 BURINO:   (campagnolo, provinciale, persona generalmente rozza)

 CAZZARO:   (persona nota per la sua scarsa affidabilità in ciò che dice)

 ME COJONI/ME COJONI AR CAZZO:   (espressione generica di stupore)

 ME SEI CALATO:   ( la mia stima nei tuoi confronti è diminuita notevolmente)

 SEI 'N CIOCCO DE LEGNO/D'EBANO/DE TUFO:  ( le tue capacità intellettive risultano limitate)

 SEI POPÒ HANDICAPACE:   ( le tue capacità fisiche sono indiscutibilmente limitate)

 SEI POPÒ MONGOFLETTICO:   (sei incapace di coordinare i movimenti in modo coerente e razionale)

 BUZZICONE/BUZZONE/BOZZACCHIONE:   (dicesi di persona che presenta un notevole eccesso di peso)

  

 E1 USCITO FORI MEJO PINOCCHIO CO' 'NA SEGA CHE TE CO' 'NA SCOPATA:   (la natura non è stata benevola con te)

 TE SONNO/SONDO L'ANO:   (ti depaupero le terga)

 SCIAQUA 'A SELLA CHE STASERA SE CAVARCA:   (cerca di avere un igiene intima accurata perché ti attende un rapporto sessuale molto intenso e logorante (per lo più rivolto ad una ragazza)

 ME SO' FATTO 'NA PELLE:   (ho avuto un congresso carnale)

 TE CURO CO' 'NA SUPPOSTA DE CARNE:   (se non !a smetti infilerò il mio membro nel tuo pertugio anale)

 ROSOLAME 'N COJONE:   (chiara espressione per volere una leccatina nelle parti intime)

 FAMME 'N BOCCIUOLO/'NA POMPA/'N SOFFOCOTTO/'N RIGATONE/'NA SUCAZZOMPA CON INGOIO:   (hai per caso intenzione dì praticarmi del sesso orale?)

 M'ASSANGUA /ME LA MANNEREI PE L'OSSA:   (mi piace molto (riferito ad una donna)

 Ci'HO LA PATATA AR SUGO:  ( non posso avere rapporti prematrimoniali con te perché ho problemi con il ciclo mestruale)

 ME PARI 'N CITOFONO:   (sei tragicamente e irrimediabilmente senza seno)

 STAI COSI1 ARRAPATO CHE SI' DAI 'NA LECCATA /SLINGUAZZATA A 'NA FREGNA LA SCANCELLI:    (il tuo grado di eccitazione sessuale è oltremodo eccessivo)

 SI' ARZI LA CODA TE PURGO:   (ho un desiderio impellente di conoscerti in senso anale)

 PUTTAN TOUR (PT)/TROJA TROPHY: (visita panoramica tra le beltà dell'area metropolitana in cerca di avventure repentine a sfondo erotico)

 TE FAREBBI 'N VESTITINO DE SALIVA COR RINFORZO SUR CAVALLO: (sei così eccitante che ti leccherei tutta, soffermandomi soprattutto sui tuoi organi genitali)

 ERA TARMENTE 'NGRIFATA CH'AVEVA FATTO 'A POZZA PE' TTERA:   (si narra che quella donna/ragazza era in uno stato di eccitazione sessuale molto evidente)

 CE L'HAI COSI SECCA CHE LE PIATTOLE SE DEVONO DA PORTA' LA BORACCIA:   (sei una ragazza che fa troppo la difficile)

 C'HAI ER MARCHESE COSI' SPESSO CHE TE DEVI FA COSTRUÌ  'N CANALE DE SCOLO:   (sei una ragazza che si nega spesso con la scusa delle mestruazioni)

INSULTI

 

 SEI TARMENTE SECCO CHE CO 'NA CANDELA TE FACCIO 'NA RADIOGRAFÌA:  (la tua magrezza è evidente.)

 ME PARI 'N CANOTTO: (vedi sopra)

 ME PARI 'N ROTOLO DE COPPA:   (hai un aspetto tutt' altro che esile)

 SEI COSI' GRASSA CHE DOVUNQUE GUARDO STAI GIÀ' LA':   (la tua stazza fisica fa rabbrividire l'ago delle bilance)

 QUELLA E' COSI' GRASSA CHE QUANNO FA MARCIA 'NDIETRO TE RISUCCHIA CO' LE CHIAPPE:   (vedi sopra)

 QUANDO VAI AR MARE SEI COSI' GRASSA CHE GREENPEACE SE METTE 'N'ALLERTA:   (vedi sopra)

 C'HAI 'A MACHINA/MOTO CHE E' 'N POLMONE:    (il tuo mezzo di locomozione ha delle prestazioni piuttosto modeste)

 C'HAI POPÒ ER CULO CHIACCHIERATO:   (sì vocifera che sei un omosessuale)

 C'HAI 'N CULO COSI' GROSSO CHE SI' VVA AR CIMITERO LI BECCHINI SE GRATTENO:   (eccessiva fortuna a scapito del destino altrui)

 C'HAÌ 'N CULO CHE FA PROVINCIA:   (il tuo deretano è lungi dall'essere fotogenico)

 LA MADRE DE LI STRONZI C'HA SEMPRE 'A DIARREA:  ( purtroppo il mondo è pieno di gente poco raccomandabile)

 SE LA BRUTTEZZA FOSSE 'N MUSEO, QUELLA SAREBBE ER LOUVRE:   (con te la natura è stata veramente beffarda)

 SEI COSI' BRUTTO CHE SE LANCI UN BOOMERANG QUELLO CE PENSA DU VORTE PRIMA DE TORNA': (vedi sopra)

 SEI COSI' BRUTTO CHE SI' TE CASCA A' MORTE ADDOSSO FAI SCOPA:   (sei orrendo)

 CERTO CHE SÌTTE FANNO 'N'IGNEZIONE DE CERAMICA PARI POPÒ 'N CESSO: (complimento rivolto a persona dall'aspetto particolarmente sgradevole)

 ROBBA CHE DA PICCOLO ERI COSI' BRUTTO CHE TU MADRE ANZICHÉ' SPIGNE 'A CAROZZINA LA TIRAVA PE' NUN VEDETTE: (quando eri piccolo (e pure adesso) il tua aspetto fisico non era gradevole)

 Ci'HO 'A MAGHINA TARMENTE TRUCCATA CHE LA DEVO LAVA' COR LATTE DETERGENTE: (la mia Automobile ha un motore potenziato rispetto al libretto di circolazione)

 MA CHE C'HAI AR POSTO DER CORE, NA MAJOLICA?: (non sei affatto un tipo romantico e sensibile)

 NUN TE RIPIJI MANCO CO' LA CINEPRESA:  ( il tuo comportamento è talmente esagerato che dubito tu possa rinsavire)

 Ci'HAI TANTA BARBA 'N FACCIA CHE SE TE MAGNI 'NA BANANA PARE 'N FILM PORNO (rivolto ad una ragazza): sei una ragazza dal viso non troppo femminile)

 SEI COSI' PELOSA CHE PURE LE PIATTOLE FANNO FATICA A TROVA' 'A STRADA DE CASA: (hai un notevole e ripugnante manto peloso su tutto il corpo)

 E' COSI1 VECCHIA CHE DALLE TETTE J' ESCE ER LATTE 'N PORVERE:   (non sembra una personalità femminile dall'aspetto giovanile)

 Ci'HAI LI BRUFOLI CHE LA FACCIA PARE 'N LIBRO BRAILLE:  (la tua acne pregiudica vistosamente l'estetica del tuo viso)

 

 

 

 TE GONFIO COME 'NA ZAMPOGNA/TE SUCCHIO COME 'N GAMBERETTO:   (Ti prendo a ceffoni.)

 TE CIANCICO E POI TE SPUTO:   (rivedi sopra)

 TE STRAPPO LE GAMBE E TE CE PIJO A CARCI:   (rivedi sopra)

 APPARECCHIA ER CULO CHE LA CICCIA E' PRONTA: ( rivedi sopra)

 T'ADDOBBO COME 'N ARBERO DE NATALE/TE DO 'NA ZACCAGNATA:   (rivedi sopra)

 TE DO 'NA PIZZA CHE T'ARESTANO PE' VAGABONDAGGIO:   (rivedi sopra)

 STA A PARTI' 'NA PIZZA DAR BINARIO 5/MANZO, CHE TE CINQUINO ER TESCHIO:  ( rivedi sopra)

 TE 'NFILO 'NA MANO 'N CULO, TE SFILO LA SPINA DORZALE E TE CE FRUSTO:   (rivedi sopra)

 TE FACCIO 'N BUCO 'N TESTA E ME TE BEVO COME 'N'OVETTO FRESCO:   (rivedi sopra)

 TE PIJÒ PE LI BUCHI DER NASO E T'ARIBBARTO COME LI PORPI: (mi hai fatto perdere la pazienza a tal punto da spingermi a sottoporti allo stesso trattamento che subiscono i polipi (gli si rovescia la testa per uccIderli)

 TE PIJÒ PÈLLE RECCHIE E TE SCARTO COME 'NA/CARAMELLA/GOLIA:  (il tuo atteggiamento mi ha irritato, per cui credo opererò un movimento rototraslatorio sulle tue estremità auricolari)

 TE STACCO LE RECCHIE E CE FACCIO LE FRAPPE:  ( ti prendo a ceffoni)

 TE METTO 'N DITO 'N BOCCA, UNO AR CULO E TE SCIACQUO COME 'NA DAMMIGGIANA:   (vedi sopra)

 TE DO' 'NA CRICCA 'N FACCIA:   (rivedi sopra)

 TE GIRO COME 'NA TROTTOLA CHE QUANNO TE FERMI I VESTITI SO' PASSATI DE MODA:   (tramite un'abrasione maxillofacciale ti procuro un movimento rotatorio durevole nel tempo)

 TE FACCIO DU OCCHI NERI CHE SE TE METTI A MASTICA' ER BAMBÙ' ER WWF TE PROTEGGE:   (ti sto per fare due vistosi ematomi sugli occhi)

 TE DO' 'N CARCIO AR CULO CHE SE PER ARIA NUN TE PORTI DA MAGNA' TE MORI DE FAME:   (la potenza del mio piede è direttamente proporzionale all'irritazione dovuta alla tua presenza)

 TE STRAPPO 'N BRACCIO E TE LO METTO PE' CRAVATTA:( se continuerai a non star fermo con le mani le conseguenze saranno terribili)

 ME TE METTO "N TASCA E TE MENO QUANNO CIO' TEMPO: (indica disprezzo per la consistenza fisica dell'avversario)

 TE DO 'NA CRICCA SUR PETTO CHE TE FACCIO VENI' 'A NICCHIETTA PER CONTATORE DER GAS:( ti faccio così male da lasciarti il ricordo)

 TE FACCIO 'N CULO COME 'N CASALE/'N CESTO:   (ti faccio un sedere grande)

come...(espressione indicante l'entità delle violenze a cui verrà sottoposto i! maltrattato)

 T'ARIVORTO COME 'M PEDALINO:   (ti rigiro come un calzino)

 TE SFRAGNO ER GRUGNO:   (ti spacco la faccia)

 TE PJO A CAPPELLATE/PISELLATE SU'E GENGIVE:   (ti prendo a ceffoni)

 C'HAI LI CAMPANELLI AR CULO:   (ti troverò ovunque andrai seguendo il tuo tintinnio (da intendersi come una minaccia)

 TE DO' 'N CULO E FOCO AI CAPELLI: ti sodomizzerò incendiandoti le chiome per procurarti un dolore insopportabile

 SONA SULLA PANZA DE TU' MADRE GRAVIDA, COLL'OSSA DE LI' MEJO MORTACCI TUA: (pesante insulto finalizzato al coinvolgimento del maggior numero possibile di parenti vìvi, morti e nascituri)

 T'ATTEGGI, T'ATTEGGI MA SUR CAZZO MIO NUN CE SCUREGGI: "non darti troppe arie che con me non attacca"

 BUTTAJELO AR CULO:  ( incitamento ad aggredire qualcuno ovvero a superarlo in una competizione)

 TE POTESSI RISVEJA' FREDDO:   (spero fortemente che tu possa morire)

 TE DO 'N CAZZOTTO CHE TE FA' GIRA' LA TESTA COSÌ' DOPO I BRUFOLI TE LI STRIZZI CO'N CÒRPO DE TACCO: (se non te ne vai potrei non rispondere più delle mie azioni)

 TE DO' 'NA CAZZATA/MAZZATA SU'LA SPALLA CHE TE FACCIO FA' LA VIA CRUCIS: (pagherai lo sgarbo che mi hai fatto con pene pari a quelle di Cristo sul Calvario)

 L'ANIMA DE Li MORTACCI TUA E DE CHI NON TE LO DICE CO' 'NA MANO ARZATA/'N DITO AR CULO/SARTELLANDO: (brutale forma di rimprovero)

 FATTE LA MAPPA DE LI' DENTI, CHE MO' TE MISCHIO:( ti prendo a ceffoni)

 TE CACCIO TRE DITI 'N CULO E TE SCARAVENTO SU LI' BIRILLI COME 'NA PALLA DE BULING: (se non la smetti di importunarmi sarò costretto a prendere provvedimenti poco puliti)

 SI TE PIJÒ TE SDRUMO: (se hai a cuore la tua salute, evita di passarmi accanto)

VE FAMOA/'AVEMO FATTO LI BOZZI:  ( la nostra superiorità è (stata) notevole)

 TE STRAPPO LE BUDELLA E TE CE 'MPICCO:   (provo il desiderio di arrecarti dei non meglio specificato dolore fisico)

 RIDI SU 'STO CAZZO/SU 'STA CEPPA/SU 'STA NERCHIA: (risposta retorica da rivolgersi ad una persona intenta a manifestare gioia per un evento considerato poco piacevole dal diretto)

                                                          

  

 TE STACCO LE BRACCIA E TE CE MENO: (provo un incontenibile desiderio di picchiarti)

 TE STACCO 'A CAROTIDE E TA 'A METTO 'N MANO: (ulteriore forma di incivile minaccia)

 TE DO 'N CARCIO AR CULO CHE TE CE LASCIO DENTRO 'A SCARPA: (il mio piede sta per raggiungere violentemente le tue natiche)

 SI' TE PIJÒ TE SMONTO COME 'NA RADIOLINA: (potrei procurarti delle gravi lesioni ossee femorali)

 TE DO LI SCHIAFFI A DUE A DUE FINCHE' NUN DIVENTENO DÌSPARI: (ti faccio male all'infinito)

TE DO' 'NO SCHIAFFO CHE 'R MURO TE NE DA' 'N'ARTRO; (percuoterò il tuo viso con una tale forza che riceverai una spinta uguale e contraria dai muro accanto a te)

 TE DO 'NA PIZZA 'N FACCIA CHE QUANNO RICASCHI LI VESTITI TUA SO' PASSATI DE MODA: (verrai percosso vìolentemente sul volto in modo talmente inurbano da farti aleggiare in aria)

 TE MANNO A 'FFANCULO COLL'ELASTICQ, COSI' QUANNO ARITORN! TE CIARIMANNO 'N'ARTRA VORTA:  ( doppio, simpatico invito a darsi a gambe levate)

 TE DO 'NA PIZZA CHE TE CHIUDE COME 'N PASSEGGINO CHICCO: (ti prendo a ceffoni)

 TE DO 'N'APERTA CHE T'ARISVEJI A CAPODANNO CO LI BOTTI: (verrai percosso cosi tanto che solo i fuochi d'artificio ti risveglieranno)

 SI' TE METTO LE MANO ADDOSSO TE RIDUCO COME ER PUZZLE DELLE MERENDINE: (ti consiglio di starmi alla larga)

 TE DO 'NA PIZZA CHE T'AROTOLO COME 'NA GIRELLA MOTTA:( sto per darti un ceffone che ti farà girare ripetutamente attorno al tuo asse)

 SI' TE METTO LE MANO ADDOSSO, PE' RICONOSCETE TE DEVONO DA PIJA' LE IMPRONTE DIGITALI:( dopo che ti avrò percosso ripetutamente e pesantemente, i tuoi connotati saranno fortemente confusi)

 ME TE 'NCULO A PASSO DE CAMMELLO/CANE: (ti farò davvero dei male)

 TE PIJO  PE 'NA REKKIA E TE SVENTOLO COME 'NA BANDIERINA:  (ti faccio molto male)

 ME FAI 'N PIPPONE/'NA PIPPA A QUATTRO MANI:  ( non ho nessun timore di te)

 FATTE 'NA PADELLATA/CARTOCCIATA DE CAZZI TUA:   (non immischiarti in faccende che non ti riguardano)

 SE LI STRONZI VOLAVANO TU MADRE TE DAVA DA MAGNA' CO' LA MAZZAFIONNA:   (non sei il massimo della simpatia)

 C'HAI PIÙ' COMPLESSI DER CONCERTO DER PRIMO MAGGIO:   (dicesi di persona che si fa molti problemi inutili)

 MICA T'HO DETTO COTICA:   (non mi è parso di averti offeso in modo tale da provocare una simile reazione)

 TE SPANO ER CULO:   (desidero farti del male)

 TE STACCO LE GENGIVE A MOZZICHI: (mi hai fatto adirare a tal punto che utilizzerò su di te un colpo particolare che non deve essere assolutamente confuso con un bacio appassionato)

TE STACCO LE PALLE E CE GIOCO A STECCA: (ennesima fantasiosa minaccia di atroce dolore fisico)

 TE FACCIO 'N CULO COME 'NA CASA/COME 'NA CAPANNA/COME 'N DIRIGGIBBILE/COME 'NA MONGORFIERA:( le mie percosse ti faranno soffrire alquanto)

 E' ARIVATO FRACACCHIO/FRACAZZO DA VELLETRI:   (dicesi di persona sbruffona)

 TE DO TANTE DE QUELLE BOTTE/SVEJE CHE TU MADRE NUN TE RICONOSCE PIÙ' MANCO DA LA PUZZA DEI PIEDI:   (ti picchio a tal punto da renderti irriconoscibile)

TE DO 'NA PIZZA CHE PE STACCATTE DAR MURO TOCCA CHIAMA' MAZINGA:   (sto per danneggiare definitivamente il tuo fisico)

 SE NUN TE SBRIGHI ANN'ATTENE T'ACCARTOCCIO COME 'N FOJO DE CARTA VELINA: (potrei seriamente ledere la tua integrità fisica senza sforzarmi troppo)

TE GONFIO E POI TE SCOPPIO: (minaccia di violenza fisica addolcita da una deflagrazione simile a quella di un palloncino)

 TE FACCIO DU  OCCHI A PALLA CHE SI' VAI ALLO STADIO TE TOCCA GUARDA' 'A PARTITA COLL'OCCH! CHIUSI SINNO' TE PIJANO A CARCI 'N FACCIA:  ( ho intenzione di provocarti un trauma ai bulbi oculari)

 STO COSI1 'NCAZZATA CHE LI GLOBBULÌ ROSSI ME STANNO A EVAPORA':   (mi ribolle il sangue per l'arrabbiatura)

 TE FICCO DU' DITÌ NER CULO, TE APRO COME 'NA BOLLETTA DER GAS E ME TE LEGGO L'INTESTINO:   (tramite la sodomia, voglio risvegliare l'aruspice (indovino che legge il futuro nei visceri degli animali sacrificati) che è in me)

 TE FICCO 'NO YOYO AR CULO E POI TE CARCIO IN ARIA COME 'N'AQUILQNE:   (voglio tenerti sotto controllo)

 TE DO 'NA PIZZA CHE PE STACCAMME LA MAMO DALLA TUA FACCIA DOVEMO CHIAMA' ER FALEGNAME:  ( non costringermi a passare alle vie di fatto.)

 

 

 TE CRICCO LA SPINA DORSALE CHE PE STA' DRITTO TE DEVI FA 'N CRÌSTERE DE CEMENTO: (ho intenzione di renderti inoffensivo)

 TE METTO 'NA MANO AR CULO E TE PORTO A SPASSO COME 'N CREMINO: (voglio dimostrare a tutti la mia superiorità nei tuoi confronti)

 SONA 'N MEZZO ALLE COSCE DE TU' MOJE CHE CE STA PIÙ' TRAFFICO: (smettila di suonare il

clacson della tua automobile)

 LAZZIALE: (il peggior insulto concepibile nella Metropoli Periferica)

 DEVI SOLO CHE ABBOZZA':( è impensabile che tu possa reagire ai miei soprusi)

 M'HAI FATTO SCENDE TARMENTE TANTO LI COJONI CHE POTREI FAJE FA ER GIRO DER COLLO E USALLI COME SCIARPA: (la tua presenza mi ha sfinito)

 'N TE SPUTO, CHE T'AMPROFUMO:  (del tuo dir poco mi piace.)

 TE DO 'N CARCIO AR CULO CHE PE' RIDAMME LA SCARPA TE DEVI PIJA' 'NA PURGA: (non insistere ad infastidirmi perché potrei diventare violento)

 T'APPOGGIO 'NA MANO SULLE CHIAPPE, TE 'NFILO ER DITO MEDIO AR CULO E TE TIRO COME 'NA PALLA DA BOWLING:( ti do una leggera spintarella sul tergo in modo da farti finire supino)

 M'HAI SCUCITO LA FODERA DER CAZZO: (mi hai palesemente seccato)

 CACATE 'N MANO E DATTE 'NO SCHIAFFO: (prima che io ti metta le mani addosso ti esorto a farlo da solo)

 SI TE PIJÒ T'AROVINO/TE CORCO: (se riesco ad acciuffarti sarò costretto ad usare maniere poco gentili)

 TE DO 'NA PIZZA 'N FACCIA CHE NUN TE RESTAURA MANCO MICHELANGELO: (ti sto per sfregiare il volto irrimediabilmente)

 SI' TE SGRULLO TE FACCIO CASCA' TUTTI LI TATUAGGI:   (le mie mani si stanno orientando verso di te per provocarti un dolore incommensurabile)

 TE STACCO LI DITI E CE GIOCO A SHANGAYE: (mi hai fatto arrabbiare)

 SEI POPÒ DA 'A LAZZIO: (cos'altro ci si potrebbe aspettare da una persona con interessi sportivi come i tuoi?)

 TE DO 'N CARCIO SULLE PALLE CHE TE NE MANNO UNA PE' SACCOCCIA: (minaccia fatta da un (non necessariamente) appassionato di biliardo)

 TE STACCO 'NA TIBBIA E CE SONO ER FLAUTO: (esplicita intenzione di testare l'armonicità di alcune parti dell'esoscheletro)

 SI* TE POGGIO 'NA PALLA SULLA MANO TE FACCIO VENI' L'ERNIA: (non importunarmi oltremisura)

 TE DO 'N CARCIO AR CULO CHE TE FACCIO ARIVA' LE CHIAPPE SULLE SPALLE: (la mia pazienza è giunta allo stremo)

 TE PIJÒ PE' LE RECCHÌE E TE SGRULLO COME 'N TERMOMETRO: (smettila di importunarmi perché oggi sono adirato)

 

 

 HOMO TISICO/LARVA: (dicesi di persona dalla corporatura inverosimilmente gracile)

 HOMO ERRORE: ( dicesi di persona priva, per sua natura, dì qualità)

 HOMO RATE:  (dicesi dì persona disgustosa alla vista e al tatto)

 HOMO TICCHIO:   (dicesi di persona poco propensa ad elargire denaro)

SEI 'N POFFO:   (tipica architettura dì ragazzo piuttosto basso (puffo) corredato di occhiali e che conosce solo fumetti e computer (nessuna donna)

 IPO/RATE/RAUS/GA/SCRAUSO: (obbrobrio ai limiti dell'umana sopportazione)

 BRUTTO 'N CULO/BROITO/NUN SE PO' VEDE: (dicesi di persona incredibilmente sgradevole alla vista e al tatto)

SCRONDO/SUILLO:  (vedi sopra)

 ANTASA PO'V VEDE/GUARDA': (vedi sopra)

 FA SCHIFO AR CAZZO/AI PORCI:   (dicesi di cosa o persona particolarmente sgradevole)

 ER DUCA (er du capelli): (appellativo indicante chi è noto in periferia per la sua calvizie)

 JE PESA ER CULO: (dicesi di persona particolarmente notevolmente pigra)

 E' SIMPATICO COME 'NA MANO AR CULO:   (dicesi di persona che ha difficoltà ad integrarsi in un gruppo)

 MENSOLA: (dicesi di persona nota per la sua scarsa affidabilità)

 SEI POPO ER PEGGIO: (sei noto nell'ambiente per le tue pessime attitudini)

C'HAI ER CERVELLO DISABBITATO/TESCHIO DISABBITATO:   (dicesi di persona particolarmente stupida o pazza)

T'HA SVAPORATO ER CERVELLO: (dicesi a persona che ha detto una grossa cretinata, idiozia)

T'ABBUCHI CO' 'A NOVARGINA/SCOCCIATO FRACICO:   (dicesi dì persona psichicamente instabile)

 E' IMPACCATO/J'ESCE ER VERDE DAR CULO: (dicesi dì persona esageratamente ricca)

 C'HA LE PEZZE AR CULO:   (dicesi di persona alquanto povera)

 SEI 'NA PENTOLA DE FACIOLI: (espressione indicante persona dalla spiccata attitudine alla conversazione)

SEI 'N'ATTACCA PIPPA/PIPPONI: (vedi sopra)

 TE S'AZZECCA AR CULO:   (dicesi dì persona piuttosto appiccicosa)

 Ci'HO ARTRI CAZZI PER IL CULO:   (al momento ho altre cose a cui pensare)

 NUN ME NE PO' FREGA /MPORTA' DE MENO:   (l'argomento non mi interessa minimamente)

 Ci'HAI ER NASO COSI' LUNGO CHE NUN TE SE CHIUDE LA CARTA D'IDENTITÀ':  (hai un naso spropositatamente grande (versione surreale)

 Ci'HAI ER NASO COSI' LUNGO CHE SE DICI DE NO A TAVOLA, SPARECCHI: (hai un naso spropositatamente grande (versione catastrofica)

 Ci'HA! ER NASO COSI' LUNGO CHE SE ERI 'NA PECORA MORIVI DE FAME:( hai un naso spropositatamente grande (versione bucolica)

 Ci'HAI 'NA NASCA TARMENTE GROSSA CHE SE SULLE 100 LIRE CE METTEVANO LA TU' FACCIA VENIVANO COR MANICO: (il tuo naso non è alla francese)

 Ci'HAI 'NA NASCA CHE CE POI FA ER SARTO COLL 'ASTA: (sono affascinato dalle abnormi dimensioni del tuo naso)

 Ci'HAI 'NA NASCA CHE DA PICCOLO TU MADRE DOVEVA PIJA' LA MACCHINA PE VENITTE A 'MBOCCA':( vedi sopra)

 Ci'HAI 'NA NASCA CHE SEMBRA 'N PASSAGGIO A LIVELLO: (rivedi sopra)

 Ci'HAI 'NA NASCA CHE SI' TE SDRAI CE PÌJI TELETOKIO: (rivedi sopra)

 Ci'HA! 'NA NASCA CHE SUR TRAM CE SE TIENE LA GENTE: (rivedi sopra)

 Ci'HAI 'NA NASCA TARMENTE GROSSA CHE SE DICI DE SI1 A TAVOLA AFFETTI ER PANE: (sono rimasto allibito dalle insolite dimensioni del tuo naso)

 Ci'HAI 'NA NASCA CHE SE NUOTI A DORSO PARI 'NO SQUALO:( il tuo naso è dì proporzioni bibliche)

 AMMAZZETE CHE NASCA: CHE DIO TE L'ACCRESCA, COSI' CIANNAMO A PESCA: (hai un naso esageratamente lungo)

 C'HAI 'NA CAPOCCIA TARMENTE GROSSA CHE SI TE VEDE MAZINGA CE 'NFILA DENTRO L'ASTRONAVE: (sono stupito dalle dimensioni della tua scatola cranica)

 SEI COSI' MAGRO CHE QUANNO TE FAI LA DOCCIA DEVI CENTRA' LI SCHIZZI: (la tua prestanza fìsica è decisamente scarsa)

 SEI COSÌ  MAGRO CHE ER PIGIAMA TUO C'HA 'NA STRICIA SOLA: (commento salace sulla stazza fisica di una persona)

 SEI COSI' MAGRA CHE SE SCUREGGI DECOLLI: (la tua prestanza fisica è decisamente scarsa)

 SEI COSI' MAGRA CHE SE TE METTI VICINO AN 'AUTO TE SCAMBIANO PE' L'ANTENNA DELLA RADIO:( vedi sopra)

 MENO MALE CHE C'HAI 'A PELLE SENNO' SARESTI SPARZO: (sei veramente magrìssimo)

 

 

NICK NAMES TIPICAMENTE ROMANI


 

Soprannome

 

Origine etimologica

 

ER POMATA

 

persona che adora impomatarsi di gelatina i capelli fino allo stremo

 

ER PATATA,

 

persona paffuta

 

ER PALLA                 persona molto paffuta

 

ER TRIPPA

 

persona paffutissima

 

ER SARSÌCCIA

 

persona dal fisico scarsamente definito e dall'andatura goffa

 

CICCIO

 

obeso da guerra

 

ER VENTRESCA

 

figura possente con stomaco molto dilatato (pericoloso!)

 

ER SECCO

 

personaggio magrissimo

 

PALLESECCHE

 

elemento di fisico asciutto e comunque privo di qualunque predisposizione ai rapporti col sesso femminile

 

ER TROTA

 

ha lo sguardo da pesce ( e lo stesso quoziente intellettivo)

 

QUATTROCCHI

 

portatore di occhiali

 

ER TIGRE

 

tizio particolarmente furente dal quale è consigliabile tenersi a debita distanza

 

ER PANTERA

 

come sopra, forse un po' più cattivo

 

ER MURENA

 

come sopra, ma ancora più cattivo de ER PANTERA

 

ER COBBRA

 

più cattivo del murena

 

ER NUTRIA

 

elemento con gli occhi piccoli, faccia da ratto e sempre dedito a fare qualcosa (non sempre lecita)

 

ER PROVOLA

 

è colui che ci prova con tutte, ma proprio tutte, le ragazze del globo non appena ne ha l'occasione

 

ER LlSCIACHIAPPE

 

come sopra, solo che sì avvicina da dietro

 

ER MANDRILLO

 

come sopra, ma si avvicina da tutte le direzioni e sbavando

 

ER PENNECA

 

persona con addosso una incurabile sonnolenza endemica

 

'O ZOZZONE

 

definizione di un locale particolarmente a buon mercato (chissà perché ?) o di un individuo che non si lava proprio

 

SFACIOLACAZZI

 

persona poco sopportabile

 

SCASSACAZZI

 

personaggio particolarmente fastidioso

 

ER CACACAZZI

 

persona noiosa e petulante

 

SLOGACAZZI               vedi sopra

 

ER TRINCIAPALLE

 

vedi sopra

 

CAZZONE                   elemento che non è proprio il massimo dell'affidabilità

 

SCULATO

 

la personificazione della fortuna

 

 

MOMMO

 

persona non molto sveglia

 

ER MAFIO

 

delinquente, malavitoso, poco di buono

 

ER SOLO

 

dicesi di persona che mangia come un maiale

 

ER FEDERA

 

dìcesi di persona che dormirebbe anche sui sassi

 

ER TAZZINA

 

individuo con menomazione fisica (senza un orecchia)

 

ER LESSO

 

dicesi di persona perennemente stordita da sostanze chimiche varie

 

ER BUFERA

 

persona il cui sproloquio crea notevoli spostamenti d'aria

 

PANZACALLA

 

persona tipicamente grassa

 

ER PRINCIPE

 

persona apparentemente regale, in realtà una fogna

 

ER FOGNA

 

personaggio allegro ma un po' incurante della sua persona

 

ER COTICA

 

persona vorace, ingorda ma nello stesso tempo sudicia e lercia

 

ER BORO

 

persona dall'aspetto tipicamente stravagante ovvero ignorante

 

ER PEZZETTA

 

uomo in perenne stress

 

ER CINGHIALONE

 

persona con una consistente quantità di peli in ogni parte de! corpo

 

ER PAPPOLA

 

persona avvezza a raccontare avventure o fatti mai accaduti (fregnacce)

 

ER FREGNONE

 

persona dall'acume non troppo sviluppato

 

ray charles

 

persona con evidenti problemi visivi

 

ER NEGRO

 

uomo di razza bianca dalla carnagione molto scura oppure persona costretta a lavorare molte ore al giorno

 

VENTICELLO

 

colui che è solito fare la spia oppure chi le spara grosse, ma non con la bocca!

 

ER CAMMELLONE

 

persona molto alta dal portamento curvo

 

ER CARITAS

 

colui che indossa vestiario che sembra usato oppure non è di marche conosciute

 

ER PARIOLINO

 

persona che indossa solo vestiti e scarpe di marca e frequenta locali alla moda

 

ER MEDAJA

 

dicesi di persona che usa portare una quantità eccessiva di catenine ed affini

 

ER FRAGOLA

 

persona che tende spesso ad arrossire dalla vergogna

 

er coccoina

 

non te lo scrolli di dosso manco a cannonate

 

ER MITRAJONE

 

personaggio con un tragico difetto alla favella

 

A SMANDRUPPATA

 

donna stagionata dai facili costumi che ce l'ha davvero larga e sfatta

 

ER CIANCICA         essere che si nutre soltanto di gomme da masticare                                            

 

DUMBO

 

persona con una sporgenza dei padiglioni auricolari particolarmente pronunciata verso l'esterno

 

TOPO GIGGIO            vedi sopra

 

ER ROSCIO

 

individuo noto per il suo appariscente colore rosso dei capelli

 

MANZOTIN                     più classico dei macellai

 

ER FAINA

 

persona estremamente opportunista

 

ER CANNAVOTA       persona estremamente esile che si piega con un soffio di vento

 

ER RUCOLO

 

soprannome che si riallaccia alla estrazione contadina della persona

 

ER PITONE              strisciante e subdolo come una serpe

 

ER MARESCIALLO

 

persona dallo stomaco dilatato che delega qualsiasi cosa ad altri per non muoversi mai

 

ER TRIVELLA

 

colui il quale entra in ogni pertugio

 

ER DOPPIAPIASTRA

 

persona che si rivende immediatamente qualunque battuta udita in giro

 

ER BANANA

 

persona estremamente dotata sessualmente

 

ER CIOFECA

 

dicesi di persona non molto graziosa e non abituata all'uso dell'acqua per detergersi

 

ER PECORELLONE

 

tizio /a/do tendente al viscidone, dei quale non bisogna mai fidarsi

 

ER PUZZONE

 

colui che non vuole accettare la realtà delle cose e va in "puzza", imbrogliando così il prossimo

 

ER PANNOCCHIA   il biondo più stupido che si possa conoscere

 

ER CICHITONE

 

personaggio altissimo (idealizzazione personificata di una ciquita gigante)

 

ER MAZZINGA

 

persona dalla costituzione fortemente robusta

 

ER PURCIARO

 

colui che non ama spendere i suoi averi. A volte viene anche detto Er Marchiciano

 

ER VESUVIO

 

raffinatone che flatula come un ciclope

 

ER TRICOCCIA        dicesi dì persona la cui cubatura cranica è pari alla torretta di un Leopard

 

ER CHITARA           (persona dedita a raccontare trottole (non necessariamente in musica)

 

ER GABBIBBO

 

soprannome riferito a persona notoriamente e costantemente in eccesso di tessuto adiposo

 

ER CIPOLLA

 

persona dall'alito poco gradevole

 

ER CLOACA

 

persona non particolarmente dedita all'igiene personale/persona dallo stile di vita assai squallido

 

ER PERTICA          persona di notevole altezza e magrezza a dir poco eccessiva                            

 

ER BESTEMMIA

 

persona dedita alle imprecazioni e/o al vilipendio

 

ER CICORIA

 

se tu fai qualcosa ci deve essere anche lui, e quando c'è lo fa meglio di te. Variante di "ER PREZZEMOLO"

 

ER CACIARA

 

soggetto che riesce, da solo, a produrre un brusio di sottofondo pari ad una

cornamusa scozzese stonata

 

ER TROTANO

 

persona particolarmente stupida

 

BAMBACIONE

 

persona corpulenta e di carattere mite

 

ER NUTELLA

 

ragazzo che tende a "spalmarsi" sulle rappresentanti del gentilsesso

 

BELLI CAPELLI

 

persona che non gode di una folta capigliatura

 

ER CHIAPPA

 

è basso, largo... ìnsomma sembra una natica personificata

 

ASSO TRE E RE

 

persona con tic nervosi somiglianti ai segni che si fanno ai gioco della briscola

 

ER PIOTTELLA

 

è noto per la sua abbondante sudorazione ascellare

 

ER MUFFA                  dicesi di persona poco dedita alla sua igiene personale

 

ER CAROGNA

 

persona su cui non sì può fare il minimo affidamento

 

 

 

ER TROMBA

 

pare che al mondo riesca a fornicare solo lui!

 

ER TRITASORCHE

 

uno che scopa come un riccio (beato lui!)

 

ER FANFARA

 

uno che le spara decisamente troppo grosse

 

ER BUCIA

 

non dice mai la verità

 

ER VERITÀ

 

[come ER BUGÌA, ma ironico

 

ER CANTASTORIE

 

\dice solo cose non vere

 

ER MANDOLA

 

persona avvezza a raccontare cose non vere oppure ingrandendole di molto

 

 O SGARATO

 

persona che ha addosso una cicatrice evidente (le cui cause reali sono tenute

 

 

 

nascoste con cura!)

 

ER CACCOLA

 

uno che del compiere schifezze ha fatto la propria ragione di vita

 

ER TRIVELLA

 

lui ce l'ha lungo almeno 30 centimetri più di te

 

ER CIAVATTA

 

persona sciatta e poco curata

 

ER MAIOLICA

 

il numero dei suoi capelli è di due cifre

 

O SPLENDIDO

 

nessuno si atteggia più di lui

 

ER PACCO

 

ha l'abitudine di aggiustarsi contìnuamente la zona peripubica con le mani, e davanti a tutti

 

ER LECCACULO

 

è disposto a QUASI TUTTO pur di riuscire in ciò che fa

 

ER MIGNOTTA

 

è disposto a TUTTO pur di riuscire in ciò che fa

 

ER CASTORO

 

possiede due incredibili incisivi (si dice che si diverta anche a costruire dighe)

 

ER TROGOLO

 

personaggio immondo che mangia con o senza !e mani: le posate non sono mai contemplate

 

ER MARDEPANZA

 

è molto emotivo ed è per questo che nei periodi di particolare stress scompare per ore nel cesso

 

ER TAPPO

 

non è un watusso

 

ER PINNA

 

il suo hobby è impennare con il motorino, quando smette prende il nome di "Er gesso" o "CTO". È molto comune anche con il significato di persona da! naso molto grande

 

SCHIZZO

 

è notevolmente nervoso

 

ER TRUCIDO

 

raro esempio di maleducazione cosmica unita ad una sensibilità da rinoceronte

 

OXFORD

 

personaggio di aspetto fine ma dai modi tipici de! proscimmia

 

PENNELLONE

 

lui è alto, molto alto, con la testa che lassù si sente solo

 

ER CHIAVICA

 

personcina costantemente dedita ad atti osceni continuati

 

ER NASCA

 

persona che vista di profilo sembra il Concorde

 

ER MOLLiCA

 

è pacioso, sostanzialmente buono, tutti si approfittano di lui

 

ER LESCA

 

parla poco ma ammolla molti sganassoni

 

ER CROCCA

 

come sopra

 

ER BOCCIA

 

gli piace bere liquidi a qualunque gradazione e con qualunque numero di ottani

 

ER MARANGA

 

lui sa, lui dice, lui c'è stato, lui già ce l'ha e tu devi stare zitto, brutto idiota!

 

ER RAZZO

 

guida in maniera illecita

 

ER MONNEZZA

 

è disgustoso alla vista, al tatto e all'odorato

 

ER TICCHE

 

possiede una miriade di tic ai quali manca solo musica e regista per essere resi una telenovela

 

ER SOLA

 

non mantiene assolutamente mai ciò che promette

 

ER LA2ZIALE

 

persona che prospetta sempre grandiosi trionfi e si trova, alla fine, con un pugno di mosche (come i laziali)

 

ER DUCA

 

persona con seri problemi di capigliatura (da ciò trae orìgine il termine DUCA, che sta per due capelli)

 

ER CICALONE

 

è colui che non smette mai di parlare

 

ER CICALA

 

uno che se la canta un po' troppo

TORNA ALL'INDICE