A Nunzio

 

Caro Nunzio…. da quando sei volato in cielo ripenso spesso  a tutto quello che abbiamo fatto insieme,  e mi viene da sorridere, ma nello stesso tempo le lacrime bagnano il mio viso, perché purtroppo so che quei momenti ormai non sono altro che passato…e non potrò mai più vivere nessun momento con te!  Non sai quanto sto male quando vedo la tua foto dove siamo insieme, che ridevamo con due microfoni in mano, e  cantavamo. La mia casa ,  

ti ospitava  spesso e insieme si cantava, accompagnati da qualche musica, ma ora che tu non    ci sei più ho smesso di cantare.  Lo so, devo rassegnarmi perché prima o poi la vita finisce a tutti…ma io non riesco ad accettare la tua morte …non ce la faccio…non riesco a non vederti! Mi manca il tuo dolce sorriso, mi mancano le tue battute tanto “sceme” ma che mi facevano morire dal ridere. Non puoi capire il bene che provo per te!

E se sono felice è solo perché io ti sento sempre accanto! Mi manca venire a casa da te, quante volte abbiamo parlato,e anche se ti consideravo un pazzo con tutte le tue avventure di vita ,trovavi sempre le parole adatte per me.

Ho fatto un quadro di tutto quello che mi  hai scritto. Il  finale di una tua lettera diceva : ricordati sempre, ogni volta che tu avrai bisogno di me, io ci sarò, sempre,  di giorno e di notte. Tu hai avuto una vita sfortunata con le donne , che ti hanno fatto sempre soffrire , perchè eri un buono, in compenso però hai me che non ti dimenticherò giammai.

 Ora con le tue ali  volerai lassù  dove c’è pace e tranquillità .

Farai parte di me, e per sempre.

Mirella 

Tenete stretti i vostri pezzi di ricordi,vi capiterà di averne bisogno in una notte senza luna quando tutto vi sembrerà inutile