MAO

 

La mia gattina mao. Ricordo con piacere la prima volta che la vidi, bianca,con un pelo lungo morbido e soffice …aveva due macchioline nere che faceva da cornice al suo bel musetto,non miagolava molto faceva sempre mao ,così decisi di chiamarla mao.

 Giocava sempre intorno ai miei piedi bastava che le mettessi un filo  o uno spago e muoverlo per vederla correre e giocare ….avevamo costruito un bel rapporto, lei  si fidava di me.

 Le diedi tutta la sicurezza per farle capire che questo grande giardino era suo, difatti lei ne fu subito la padrona,guai chi osava entrare nel suo territorio ,faceva fuggire tutti i gatti che entravano.

Certe sere la sentivo salire in cima ad un albero che si trova davanti alla mia finestra da letto, con il suo canto (così lo definivo io), cominciava a fare mao  mao  questo era il suo richiamo ,aveva intenzione di saltare per entrare dalla  mia finestra ….così di corsa dovevo scendere perché  la mia finestra si trovava nei piani superiori  e portarle  dei croccantini,  così presa dal richiamo scendeva  abbracciando il tronco dell’albero e correndomi incontro ,le facevo un po’ di coccole e lei si calmava. La mattina appena aprivo la porta di casa per portarle il latte, trovavo la caccia che lei faceva durante la notte; un uccellino, un topo ,mi guardava come per dire hai visto che brava?

 Il mio dolce e caro mao indimenticabile per tanti momenti della mia vita …. Ho sempre pensato  che i gatti che sono stati con noi  durante la vita ,in un certo senso non ci lasceranno mai,  che rimarranno sempre con noi ,nel ricordo ,nel cuore …perché  un amico come il gatto non si potrà  mai dimenticare. Ora che mi ha lasciata così …senza un motivo valido,all’improvviso non ho avuto neanche il tempo di rassegnarmi, mi chiedo cosa avesse avuto. Mi sento il rimorso di non aver capito che aveva bisogno di me ,presa da tanti impegni , forse l’ avevo trascurata,mi ero ripromessa di giocare con lei per tutte le volte che andando corsa le dissi solo ciao.

 Oggi sono qui  a dedicare questa pagina alla mia mao  perché  ho capito quanto bene le volevo e quanto glie ne voglio.

Anche se prenderò altre gattine ,tu rimarrai sempre per me unica e insostituibile mao.   

 mirella