Non si può fare una scelta tra due cose al pari amate!

Per i suoi frutti polposi o il suo odore di vacanza

si può scegliere l’estate

Ma la primavera è ricca di colori e di fragranza,

e l’incanto dei suoi fiori ha ispirato più d’un vate.

Questo è il grande mio problema; ma perche farne un dilemma?

Quattro sono i colori che stampati in due bandiere sono qui dentro al mio cuore;

che sia  per riconoscenza, o che lo sia per amore.

Amo il rosso! Perché è rosso come il sangue che ci scorre nelle vene,

 il suo flusso mi da forza, e il morale mi sostiene,

in più egli è rosso per noi tutti, siano le razze bianche o nere.

Poi del bianco amo la neve,con il sole del mattino,

il velo bianco d’una sposa ,

il candore d’un bambino,

il profumo delicato d’ una bella e bianca rosa.

Questi sono i due in comune senza l’ombra d’un dissenso;

ora ne restano ancora due che alla mia vita danno un senso.

Il blu!... Il colore che è nel cielo, che è nel mare,

il colore dell’immenso,

il colore che fa sognare,

chi al fantastico è propenso.

Infine il verde!

Il colore che ho lasciato per partire alla ventura;

della prima margherita, mi ricorda lo sfogliare

in mezzo al verde del mio prato nella piena fioritura.

Tanto tempo è ormai passato senza mai dimenticare,

a quanti petali sognando ho coniugato il verbo amare.

Via passando l’autunno ha sbiadito i miei colori

aggiungendo stelle gialle sopra un fondo tutto blu.

Oggi sono un po' perduto nel groviglio dei folclori,

in mezzo ad inni e altri colori il verde mio non trovo più;

ma un colore ancor più bello resta vivo nel mio cuore;

quello che mi ha sempre dato, e continua ha darmi amore,

è l’affetto dei miei cari, che io amo più del rosso, più del verde del mio prato,

più del bianco immacolato, più del blu del cielo blu.

 

Ollens01-003