Hai visto mai

 

Ho cercato in un prato a primavera,

in cento tramonti,

negli occhi dei vecchi,

tra le braccia di donne,

nelle mani di un uomo che muore,

nelle carezze ad un cane,

in un cielo stellato.

 

Ho cercato in una chiesa,

tra mille gocce di pioggia,

sotto metri di mare,

dietro le parole della gente,

in pagine sacre o dissacranti,

dentro musiche diverse,

nella continua mutevolezza di una fiamma.

 

Ho cercato sotto un brivido,

dietro le risate, accanto all'allegria,

nel buio,

dentro una preghiera,

nella sabbia del deserto,

sulla faccia nascosta della luna,

in fondo ad un grido.

 

Ho cercato in mille fotografie,

dentro un bicchiere di vino,

sotto le linee della mano,

nel silenzio,

nel rumore di una lacrima,

nell'abbraccio di un bimbo,

nel sorriso di chi non conosco.

 

Ho cercato negli errori che ho fatto,

dietro i sacrifici inutili,

sotto direzioni vietate,

attraverso il lamento di chi soffre,

sopra, sotto ed intorno alla solitudine,

nella tasca dello zaino del passato,

nelle volte in cui mi Ŕ andata bene.

 

Ho cercato nella vergogna,

nell'impotenza del non aver potuto,

nel dubbio di non aver capito,

nella paura di aver sbagliato,

nel dolore di non aver saputo dire o fare,

nell'ansia di perdere e non ritrovare,

nel respiro di chi resta senza domande.

 

Ho cercato nel senso di umiltÓ o gratitudine,

nel senso di estraneitÓ ed inadeguatezza,

nella nausea per il vuoto delle parole,

nelle frasi fatte,

nelle scatole di attese vuote,

in cartoni di indifferenza

stanco e sporco di rabbia.

 

Ora scavo me.

 

Hai visto mai che sotto pale e pale di anima impolverata,

dietro graffi di promesse,

sotto domande incerottate da risposte di carta,

dietro uno specchio incrinato,

tra qualche sogno rotto e una vita di seconda mano,

riesca magari a trovare Dio?

 

Nick 21gr - Dicembre 2007