MIDNIGHT RAP 

 

 

E’ ora di dormire, dormire, ma si comincia a pensare e perder passi in notti, sole come sassi,

perché anche se è ora di dormire, che domani ci si deve alzare per

andare a far finta di niente, niente, tra la gente, quella normale, che sa lasciar stare,

che sa sempre quando finire, quando è ora di lasciar andare,

dimenticare, non come te, che non vuoi capire, che non vuoi smettere di guardare, cambiare,

di cercare, cercare, come se fermare, arrestare la mente,

fosse indistintamente un tradimento, al sentimento che non ti lascia vivere né morire né dormire, ma…

 

Dormire, dormire, cerca solo di respirare, lentamente e abbandonare sguardo e mente, sentendo il cuore, con il suo passo regolare,

entrarti nella testa e lasciare che tutto passi, come paesaggi mossi dietro vetri scossi da scambi di binari regolari, su treni sempre uguali,

di gente affollata ed indifferente, che serenamente, continua a girar pagina e a non vedere, la vita scorrer sotto piedi ad ingannare,

non cambierà mai niente perché tra te e la gente, resta la tua voglia di fermare treni pieni, di solitudine e rancore,

con la voce e con l’amore che forse, non  saprai mai né gridare né difendere,

né lasciare né riprendere ma…

 

Dormire, dormire, è ora di farsi respirare, nel proprio respiro annegare, lasciare tutto e tutti, tutti continuare a fare,

girotondo nel mondo senza ritorno, sognando il momento,

di una notte i rintocchi, fermeranno i loro occhi, come vuoi nei tuoi, e sarà sonno bianco, sonno stanco, sonno a morire, finalmente dormire.

 

Roma 2001

Nick 21 Gr