ORME

 

Ho percorso il tuo collo innumerevoli volte, conoscendo a poco a poco ogni linea, ogni battito, ogni angolo in ombra, dietro piste di profumo che sembravano volermi far perdere o condurmi lontano, non so dire se da me o da te.

Ho sfiorato con le labbra chilometri della tua pelle, rincorrendone il calore tanto da riconoscere ad occhi chiusi l'esatta distanza dal cuore.

Ho seguito cautamente il sentiero del tuo respiro, orma su orma, attimo per attimo, cercando di ricordare il ritmo delle tue parole bisbigliate, delle tue carezze distratte, delle tue movenze di donna.

Ho rincorso a perdifiato i tuoi occhi e le tue labbra, che sapevo non essere mie, con la disperata voglia di fermarle un istante e ricordarle cosė, socchiuse.

Ho sentito tremarmi le gambe, ma molto di pių il cuore.

Ti ho vissuto in un attimo, pių di quanto forse tu non abbia creduto o voluto.

Oltre le scuse, oltre gli alibi, oltre i silenzi, oltre il tempo scaduto.

Sei rimasta nella penombra quando sono scivolato via, sollevando nuvole di pensieri per nascondere le tracce.

Le impronte di un abbraccio nel letto dell'anima.

Nik 21 gr